domenica 4 novembre 2018

Dolci chiusi in un guscio di pasta. Non chiocciola. Uzbekistan


Un disco di pasta - farina, acqua, sale, spesso anche poco burro e poco lievito - viene steso sottile. Sopra, una farcia dolce. Dal disco si ottiene una chiocciola, o più chiocciole, a seconda che si divida o no il panetto di pasta, in una, due, tre, quattro parti. Poi chiocciole e chioccioline si mettono in forno, o in padella, o - se piccine - si friggono. Chiaramente parenti del nostro strudel.

Qui si vede la procedura.


Ce ne sono anche versioni salate.

Non Chiocciola alle mele quasi strudel
 

Piccoli non - pani uzbeki - con formaggio e miele
 
 
Non dolce, pane uzbeko con pasta di datteri, albicocche secche, noci

  
 Non, pane uzbeko dolce, con marmellata di arance e cioccolata


 Non dolce con marmellata di limone e albicocche secche

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...