lunedì 13 aprile 2009

Schiava bianca e riso pilaf. Con Jean-Jules-Antoine Lecomte de Nouy

Jean-Jules-Antoine Lecomte de Nouy (Parigi 1842- Parigi 1923) Cattolico, conservatore, viaggiatore (Egitto, Grecia, Turchia); Said doveva averlo ben in mente scrivendo Orientalismo. La schiava bianca.

Da Artemisia

Semplicemente una procedura - base. Tra le numerose volte in cui fu fatto: con germogli d'aglio e pepe rosa  per Marzo 2011. La cena dei limoni confit. Con le nocciole nel menu di  Marzo 2013. Pranzo pasquale per tre. Nel menu di Novembre 2015. Il pranzo di Teo. Per accompagnare polpette al curry.

In largo tegame, due tazze (250g) di riso basmati, far intridere il riso in poco grasso, olio o burro.

Aggiungere tre tazze di liquido bollente, dal brodo di carne, al brodo di spezie, alla semplice acqua.

Aggiungere se occorre un pizzico di sale.

Mescolare, coperchiare e lasciare in pace, regolando il fuoco in modo che sia basso, per 12’.

Poscia controllare: se l’acqua è tutta assorbita e compaiono qua e lè dei piccoli fori di evaporazione, è ora di spegnere.

Mescolare, aggiungere una noce di burro, ri-mescolare.

Lasciar riposare sotto coperchio 10’, servire.

Il pilaf si presta a essere riscaldato.




2 commenti:

Anonimo ha detto...

si sta fumando una sigaretta!!!
pom.

artemisia comina ha detto...

eh, già.....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...