giovedì 10 maggio 2018

Abruzzo. Scrippelle. Timballi

Arte' li illustra con il costume di Scanno, l'Abruzzo a lei più prossimo, dove il copricapo somiglia singolarmente a un timballo.

Siamo tra l'Abruzzo - le scrippelle - e le memorie Regno di Napoli della cuoca, in area prossima all'Abruzzo, che ricordava a casa sua timballi cugini, ma con frittatine tagliate a tagliatelle.

Cugini, ma cambia assai. Infatti Artemisia è ancora lì che sperimenta: c'è un timballo fatto con le frittatine a tagliatelle; uno con le scippelle a tagliatelle, uno con frittatine così sottili che non si distinguono molto dalle scrippelle....poi ci sono quelli dove le scrippelle sono sovrapposte una sull'altra e gli strati lateralmente si vedono; quelli dove ci sono strati ma anche scrippelle che avviluppano tutto. Ci sono timballi a timballo (a forma di tamburo), e quelli a cercine (questa forma, nello stampo rotondo con il buco, era la tradizione di casa della cuoca). Sul tutto aleggia il Timballo Teramano, oggi enorme e rettangolare, ancora molto vivente in quel di Teramo appunto, con tutta una sua codificazione che ancora non venne qui seguita alla lettera.

 





 












Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...