lunedì 20 ottobre 2014

Corna di gazzella biscottate.




Di Artemisia


Nuovo tipo di corna. Procedere: 

Prima di tutto, fare queste al cocco.
  
Poi in sequenza: lasciarne metà senza veste di zucchero perché pensate di metterla poi, ma anche perché non sapete se volete metterla o no.





Chiudere quelle senza zucchero in una scatola di latta, soprassedendo; poi pensare che non c'è paragone: quelle con lo zucchero sono molto più buone; 

indugiare in questo pensiero, svogliatamente rimandando di metterci mano; 

riprenderle dalla scatola dopo due giorni, immergerle in una ciotola acqua di rose, poi in una con zucchero a velo, dopo poco - già eravate perplessi, si è visto subito che si bagnavano di più - trovarle bagnate, con effetto tutto diverso dalle primigenie, lo zucchero assorbito, evidentemente la sosta ha cambiato tutto; 

accendere il forno a 160° funzione ventilata, schiaffare le corna dentro su una griglia per asciugarle un po'; 

tornare a scrivere, pensare che oramai sono andate, dimenticarsele; 

pensare a tutt'altro, perdersi nella scrittura, risvegliarsi di botto, vederle tutte nere e fumanti davanti agli occhi, tornare di corsa al forno - haimé dopo tempo indefinito - spegnerlo, trovarle tutte brunamente dorate con guscio di bianco zucchero affiorante, pensare vassape', aprire il forno, lasciarle lì rimandando l'amaro calice della verifica;

rimettersi a scrivere con vagosottofondo di corna di gazzella nella mente; 

dopo un po' ammettere di ripensarci, tornare al forno, farsi coraggio, infilarvi la mano, è oramai freddo, decidersi, metterne in bocca una - hanno un aspetto vegetale, minerale, la natura morta gli si addice - soffermarsi indecisi, masticare, trovarla buona, chiedersi se c'è l'indulgenza che non vuole saperne della verità;

far passare mezz'ora, valutare nella memoria il croccante abbrustolito e friabile che le permea fin nell'intimo, tornare al forno, metterne in bocca un'altra, trovarla ottima, metterle in una scatola, chiuderla per non mangiarle tutte, chiedersi se mai più.  

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...