domenica 23 ottobre 2011

Cappellacci al cacao


Di Artemisia 

Ripieno: a partire dal porc au caramel - credo 400g - più qualche cucchiaiata della sua salsa all'arancia, e un po' del purè di mele che lo accompagnava. Aggiunto un goccio di latte per ammorbidire, e spezie triturate per aromatizzare: anice stellato, pimento, pepe verde. Sale. Il ripieno è così molto aromatico, forte di sapore, in previsione del fatto che se ne mangia una nocciola.

Pasta: 320g di farina0 con 80g di cacao mescolati insieme, 4 uova. Un pizzico di sale. Aggiungere gli ultimi 100g di farina e cacao gradualmente, per controllare l'umidità della pasta. Poichè deve incollarsi, è meglio non sia troppo secca. Questo va tenuto a mente anche per i tempi che passano tra lo stenderla e il sovrapporla.

Stendere la pasta a strisce sottili con la macchinetta.

Fare palline di ripieno grandi come una nocciola, aiutandosi con due cucchiaini; ho usato uno stampo per ravioli circolare da 4 cm, molto efficiente. Premere bene i cappellacci per svuotarli dall'aria e perchè i bordi intorno al ripieno - eventualmente bagnarli appena - aderiscano perfettamente.

Con queste quantità, vengono una quarantina di cappellacci.

Condimento: burro fuso e buccia d'arancia (due arance) grattugiata, poco parmigiano.

Nota: fatti un paio di volte, si possono ritenere buoni e testati. Per i tempi: se i cappellacci vengono cotti e lasciati nell'acqua al caldo 10', forse anche un quarto d'ora, non si danneggiano. In ogni caso, anche se si decide la cottura all'ultimo minuto, tenere presente che più sono freschi e più è rapida, circa tre-quattro minuti. Hanno sempre tenuto bene (niente spaccature etc.). I tempi di confezione sono lunghi e ci vuole calma; meglio farli il giorno prima.

2 commenti:

Puddin ha detto...

direi un buon uso di avanzo....altro che buono...squisito!!!

artemisia comina ha detto...

vale la pena di lasciarne un po' apposta...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...