sabato 22 ottobre 2011

Salmone arrossato e semi di papavero.



Di Isolina

Mi domando alle volte come avvengano certi miracoli. Salmone selvaggio pescato da un amico, cena in Scozia: il massimo e mai dimenticato (pure l'amico). Ma anche il salmone non scozzese e non selvaggio arriva ad essere buonissimo. Non me lo so spiegare, ma per fortuna è così.

Comunque: filetti di salmone ben puliti e spellati, leggerissimamente "impanati" in un misto di semi di papavero, semola, polvere per tanduri, peperoncino in polvere. I semi di papavero aiutano nell'aspetto, ma anche nella consistenza della panatura che diventa perfetta.

Messi in padella con ghee quasi al punto di fumo, voltati dopo 1 minuto, salati, altro minuto. Sfumati con aceto di vino rosso.

Per accompagnamento ho tagliato a julienne del radicchio di Chioggia e ho spadellato velocemente con olio d'oliva e sale. Un'interessantissima combinazione, a mio parere, e buona alquanto.


3 commenti:

papavero di campo ha detto...

semi di papavero ecco il colpetto geniale! e tutto l'attinente a papaverologia ça va sans dire c'est magnifique:-)

nepitella ha detto...

Che meraviglia questo salmone. provato a fare. risultato molto apprezzato. Grazie

artemisia comina ha detto...

la zampata isolinesca.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...