lunedì 27 ottobre 2008

Crostini toscani di milza e fegato


Da Artemisia

Ricetta ricevuta da Giuliana, un’amica di Pistoia. Leggere aspirando la c. I crostini della foto sono eterodossi: fatti con frattaglie di faraona, e al posto del Vin Santo, Lagavulin.
Accompagnano un budino di formaggi alla mostarda nella cena Ottobre 2008. Ancora un menu autunnale con la faraona. In AAA c'è anche una versione senese dei crostini. I crostini furono  nei menu di: Febbraio 1991. Bocche assortite: nutrirle, che affamate son peggio; Marzo 1991. Sul tavolo tre camelie rosa scuro, intorno tre primedonne; Dicembre 2000. L'ultimo dell'anno con Madama Alticcia;
Marzo 2008. La cena del Disastro Pilaf con elogio della conversazione.

Soffriggere abbondante cipolla in olio d'oliva.

Poscia aggiungere 300g di milza grattugiata e i 200g di fegatini di pollo a pezzetti.

Far rosolire.

Aggiungere 1/2 l. di brodo.

Quando é ritirato, aggiungere prezzemolo, capperi, acciughe triturati senza avarizia.

In fine, un bicchierino di Vin Santo.

Spalmare sulle fettine di pane casareccio raffermo e sciapo.


2 commenti:

Anonimo ha detto...

rimando a dopo la lettura del blog... è quasi mezzogiorno ed ho troppa fame!

artemisia comina ha detto...

ah, marzia, cos'è la fame del mezzogiorno!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...