martedì 25 aprile 2017

Torta pasqualina ligure di Ida


Di Ida, che dice:


Con la pasqualina mi muovo a occhio con sufficiente destrezza. 

Allora, cuoci in padella quattro bei carciofi (di più se sono piccolini) tagliati a spicchi sottili; olio d'oliva, sale, spicchio d'aglio, un po' di vino bianco

Fai un po' rosolare, poi aggiungi un po' di piselli e fai continuare la cottura insieme, fuoco basso e coperchio. 

Intanto lava e asciuga due pugni di bietina che poi taglierai finemente. 

Quando carciofi e piselli saranno cotti, aggiungi la bieta tagliata (cruda), circa 500g. di ricotta, 3 uova, pecorino grattugiato. Aggiusta di sale se occorre. 

A parte farai una pasta matta (farina, olio d'oliva, vino bianco, sale e acqua tiepida) con la quale fare l'involucro. 

Spennella il sopra con un poco di olio d'oliva e fai qualche intacco che sia camino durante la cottura.

Forno 180/200° per circa 40'; comunque controlla quando la pasta comincia a colorire. 

È meglio se mangiata il giorno dopo, la conservi in frigo e la intiepidisci prima di servirla.

PS: qui su AAA, dieci versioni almeno di pasta matta tra cui scegliere.  

Sul tavolo di Marzo 2012. Da Ida e Alfredo. La cena de o 'rraù

E su quello di Marzo 2013. Ida e Alfredo pasquali


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...