lunedì 30 novembre 2009

Pan di fuoco, torta al cioccolato e peperoncino.





Di Artemisia, che continua a sperimentare questa formula per tortine al cioccolato basse e fondenti.

Mettere nel robot 150g di zucchero a velo e 150g di cioccolato amaro in pezzi: ridurre tutto in polvere.

Aggiungere 150g di marmellata di peperoncini piccanti.

Aggiungere tre uova, una dopo l’altra.

Versare il fluido composto in una piccola teglia di 22cm di diametro, bordi di due cm circa, ben imburrata e infarinata.

Cuocere in forno già caldo, 180°, per 20’ (non di più: altrimenti gonfia e si deforma, oltre che asciugarsi).

Sformare e attendere che si raffreddi e si asciughi un po’, quindi cospargere con abbondante zucchero a velo. Dopo un po’ lo avrò bevuto. Ripetere l’operazione, sempre abbondando. Questo darà alla torta una piacevole crosticina di zucchero. Io successivamente ho fatto un disegno con una mascherina che evoca un ghigno di diavolo, ma anche del dio Pan, spolverando cacao amaro.

Affettare tre pezzi di papaia disidratata, e farne scaglie aranciate che metterete torno torno la circonferenza della torta usando come collante delle gocce di marmellata d’arance. Questo arancione focoso e vetroso sta bene con i polverosi bianco e cacao; le scaglie delle foto sono un po’ troppo spesse al gusto, meglio provarle più sottili.

La torta è stata accompagnata con la crema di pere e cioccolato bianco. Nel menu di  Novembre 2009. La cena dello spezzatino d'agnello turco con le verdure invernali


****
Aggiornamento 2010

Nel menu: Settembre 2010. La cena delle blogger



15 commenti:

Carla ha detto...

Buongiorno Artemisia!
Quando ieri mi dicevi della preparazione di questo dolce già mi immaginavo la goduria nel mangiarlo e la bellezza ma non me lo aspettavo così! E' strabello e delizioso con quel recinto di papaia disidratata :-)

Sei stata bravissima!

papavero di campo ha detto...

mi piacciono le scaglie,
scaglie armadillo! proficuo l'orto botanico!

Giò ha detto...

...sono ancora svenuta...adoro cioccolato e peperoncino, devo subito fare quella marmellata!!..per non parlare della crema di accompagnamento.
i tuoi ospiti saranno usciti da casa tua come drogati!

Mimmi ha detto...

Ari-ussignur, altro che ghigno di diavolo...qui cantano gli angeli (oltretutto, hanno pure la voce bella schiarita dal peperoncino)!!

Mariluna ha detto...

che dolce intrigante....peccato che finito la marmellata di peperoncini devo chiamare giu in Calabria per un bel rifornimento...un'idea davvero intrigante ;) te l'ho già detto?...si :)

angela ha detto...

quando si vedono certe perfezioni culinarie, c'è poco da fare ;)

Artemisia Comina ha detto...

sì, lo ammetto, aveva un bel vestitino, un bell'insieme di colori, e forse chissà, la serra dell'orto, cara pap, ce l'avevo davvero in testa con le sue belle scaglie armadilliche.

quindi grazie a tutte, ve ne offrirei davvero volentieri una fetta :)

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ecchecosè! Bravissima...mamma che fame!!!

a.o. ha detto...

Vampeggiante?
:D

Paula ha detto...

Artemisia...non deludi mai per creatività culinaria...e poi quella confettura piccante è proprio favoloso! P

Artemisia Comina ha detto...

sunflowers! ciao :))

Artemisia Comina ha detto...

vampeggiante, fuocheggevole, scintilleggiante...

Artemisia Comina ha detto...

paula, ben tornata da queste parti!

Anonimo ha detto...

ciao Artemisia, complimenti per la bella ricetta, il peperoncino nei dolci mi intriga sempre! Proverò presto a fare un cupcake al cioccolato e peperoncino, vediamo come viene! A presto e buona settimana, Francesco

artemisia comina ha detto...

ciao francesco, ben arrivato, ho visto che sai fare dei cupcake belli e divertenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...