giovedì 29 febbraio 2024

Zuppa di lenticchie nere beluga con limone, citronella e menta


Da Artemisia

Quando ho saputo che in questa zuppa di lenticchie nere Beluga erano previsti: tahin, yogurt, cumino, menta, citronella, limone, pepe nero, olio di semsamo, allora ho pensato: sepoffa’. Da finediningglovers - che la dice ricetta di ispirazione marocchina - con alcuni cambiamenti, specie dopo la seconda versione: do direttamente quella. Le lenticchie nere hanno bucce morbide (niente ammollo, caso mai mezz’ora), e rimangono intere nella cottura. Un certo aroma di noce. Poi, sempre più in controtendenza con mie vecchie abitudini per cui facevo una ricetta e poi addio, la rifaccio il giorno dopo. Arieccomi: lenticchie Beluga, olio di sesamo, pasta di sesamo, succo di limone, yogurt greco, pepe nero kampot, cumino in polvere, zenzero fresco, cipolla, aglio; questa volta brodo di macis e anice stellato, e poi tre tipi di menta: romana, glaciale, un altra non so quale, più melissa, più citronella. Baguette. Amo la massima semplicità.

Sciacquare 250g di lenticchie beluga (prima ammollate per mezz’ora in acqua fredda) sotto acqua corrente, sgocciolare.

Pelare 1grande cipolla, un grosso pollice di zenzero e 1 polputo spicchio d’aglio: tritare finemente.

Riscaldare 2 cucchiai d’olio di sesamo in un tegame e far rosolare il trito a fiamma moderata.

Aggiungere le lenticchie.

Versare sulle lenticchie 1l di brodo vegetale (o di spezie).

Mondare un gambo di citronella, schiacciarlo un poco e aggiungerlo alle lenticchie.

Salare.

Portare a ebollizione, abbassare la fiamma e far cuocere 25’. Ogni tanto mescolare e aggiungere brodo se vi pare. Io ho tenuto il tutto abbastanza denso.

Togliere la citronella.

Spegnere.

Aggiungere 3 cucchiai di tahini, 200g di yogurt greco, il succo di 1 limone, un ciuffo di foglie di menta (non le ho tritate, ed erano miste, c'era anche melissa), un cucchiaino colmo di cumino in polvere, pepe nero (ho usato l'aromatico kampot) di mulinello.

Giù nelle ciotole, con foglie di menta e una fetta sottile di limone, che si possa mangiare, così come vanno mangiate le cimette di foglie di menta: contrasti belli.

Accompagnare con pane tostato, in questo caso baguette.




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...