mercoledì 2 luglio 2014

Crostata di ricotta, pistacchi e cioccolato, fiorita.


Di Artemisia

Ho adottato una frolla allo strutto così delicata che di strisce per la griglia non voleva saperne, quindi ho usato stampini, e una crema di ricotta siciliana.


Crema di ricotta siciliana, con latte e amido: 600g di ricotta, un quarto di latte, 30g di amido di mais, 150g di zucchero; usando il bimby, ho messo latte e amido e zucchero a 90° e dopo 15' ho aggiunto la ricotta, frullando tutto a massima potenza: setosa. (Qui trovate altre versioni della crema di ricotta come si fa in Sicilia).

Frolla: 500g di farina00, 175g di strutto, 175g di zucchero a velo, 1 uovo intero, 50g latte o acqua o marsala, un pizzico di sale, scorza di limone, un cucchiano di lievito o 2gr di ammoniaca (avanza).

Ho usato una fascia di acciaio senza fondo, bordi bassi, 25cm.

Nella crema che mi pareva tiepida ho messo 100g di gocce di cioccolato amaro;  l'afa ambientale ha fatto sì che tutto fosse più caldo di quanto non percepissi, e le gocce si sono praticamente sciolte, colorando la ricotta.

Ho aggiunto anche 100g di pistacchi.

Quando ho provato a fare la griglia con questo tipo di frolla, ho capito che potevo anche spararmi: è stata l'occasione per usare uno stampo da biscotti a forma di foglia; la pasta così ritagliata ha fatto la sua figura sulla ricotta a quel punto opportunamente scura. Per rivalsa l'ho chiamata crostata fiorita. 

Forno a 170°, per 30'.

Far raffreddare, e poi mettere in frigo per qualche ora.

Nel menu di Luglio 2014. Un buffet siciliano.





3 commenti:

la cuoca Cialtrona ha detto...

Altro che griglia...ma che meraviglia questo decoro dall'aria medioevale!

caterina ha detto...

bellissima decorazione! per chi non ha il bimby? come deve fare? grazie ciao caterina

artemisia comina ha detto...

per il "senza bimby" vai sul link altre versioni della crema di ricotta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...