mercoledì 16 marzo 2011

Polpettine con limoni marinati


Di Isolina

Avevo lì dei limoni, e io sono limonista al massimo.

Limone tagliato a fettine, a loro volta tagliate in quattro e messe in un piattino. Cosparse leggermente di sale, un pizzico di macis e un filo di cardamomo e lasciate in macerazione qualche ora (altre volte ho usato cumino e pepe nero).

Per le polpette, semplicemente della carne di vitello leggermente grassa tritata molto finemente. L'ho ben impastata e ridotta in piccole pallottoline che ho infarinato.

In padella degli scalogni interi (quelli piccoli; smezzati quelli grossini), diciamo in un numero quasi pari a quello delle polpettine.

Ho fatto ben rosolare e ho sfumato con poco vino bianco, poi ho aggiunto i limoni e uno scarso cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in acqua calda. Alla fine il sugo deve essere poco, cremoso, lucido.


Il giardino e la vita hanno gli stessi problemi. Se si è fortunati ci sono momenti perfetti, ma poi tutto inesorabilmente si consuma e si deve ricominciare. La primavera è una crudele padrona. La pioggia dà momenti di tregua, poi torna il sole, tutto brilla e incoraggia, ma bisogna rimettersi al lavoro, pena il decadimento. Quanti sogni, quante delusioni. I giardini abbandonati hanno pur sempre una loro vita, un po' come la vecchiaia. La costanza dà sempre buoni frutti? Ma che fatica essere costanti. Appunto, una grande pioggia, poi il sole, e sono uscita. Ho tappato dei buchi con nuove piante che forse verranno bene, o no. Mi sono consolata guardando quello che in questo momento mi sembra bellissimo. Poi si vedrà.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...