sabato 5 ottobre 2019

Cherry Cheesecake di Nigella Lawson, senza cottura

 
Artemisia da www.nigella.com
 
Molto fresca e con il piacere di usare il chaka maison. Qui il passaggio in freezer che neutralizza cedimenti e svenimenti, già consigliato in AAA per i cheesecake senza cottura, è secondo me altamente raccomandabile, vista l'assenza di rassodanti, che peraltro contribuisce al setoso fascino dalla torta. Utile anche la fascia di acetato.

Per 6/8 persone.

Stampo a cerniera da 20cm.

Base

125g di biscotti digestive (ho usato biscotti al cioccolato) frullati con 75g di burro morbido.

Circondare con una fascia di acetato i lati dello stampo.

Stendere il composto a e pressarlo nella base (Nigella ne fa leggermente risalire i bordi, io no anche perché con questa quantità di composto viene un fondo sottile; ho usato un bicchiere con lati dritti facendone ruotare la base sul composto per pressarlo in modo uniforme).

Mousse

Mescolare 300g di formaggio cremoso (ho usato il chaka, formaggio fresco Asia Centrale a base di yogurt fatto da me) un cucchiaino di estratto di vaniglia, mezzo cucchiaino di succo di limone, 60g di zucchero a velo.

Battere non allo spasimo, ovvero con montatura morbida che faciliti il mescolare poi, 250ml di panna fresca.

Mescolare formaggio e panna.

Deporre sulla base, lisciare.

La fascia di acetato sui lati aiuta, come aiuta far consolidare la torta in freezer, estrarla quando marmorea, toglierla dallo stampo senza fremiti suoi e nostri, deporla sul piatto di portata e farla attendere e ammorbidire in frigo.

Nigella su ci schiaffa una black cherry confettura; io ci misi frutti di bosco.

Sul tavolo di Ottobre 2019. Cediamo al primo autunno: funghi porcini, frutti di bosco, melograno, zucca, fichi.







 

1 commento:

GufettaSiciliana ha detto...

Invita all'assaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...