sabato 29 ottobre 2016

Torta della nonna, Toscana e Liguria





Da Artemisia

Tendo a non impegnarmi in ciò che si trova già ottimo in vendita e mai avrei pensato di cimentarmi nella Torta della nonna - avevo anche pregiudizi sul nome - ma una serie di circostanze mi mise all'opera, e dopo la prima, fatta tanto per vedere, mi sento spinta verso la torta della nonna ideale. Questa l'ho fatta appoggiando la crema su un disco di pasta cotto, coprendo poi con un disco crudo e ricuocendo. Non so se mi piace questa forma a cappello di paggio. La frolla che ho scelto è approvata, come pure mi garba la crema che cede un po'. Qui la torta viene mangiata ancora tutta tremante, che quasi non ha fatto in tempo a diventare tiepida.

Fare una crema pasticcera per mezzo litro di latte. Farla ben raffreddare. (L'ho fatta col bimby: nel boccale 100g di zucchero per 20'' a velocità 7; poi 500g di latte intero, 2 uova, 50g farina00 e qualche goccia di essenza di vaniglia per 7' a 90°, velocità 4.

Frolla: 150g burro, 250g di farina00, intridere; aggiungere 100g di zucchero a velo, 2 rossi d’uovo, la scorza grattugiata di 1 limone, un pizzico di sale, qualche goccia di essenza di vaniglia.

Stendere metà della pasta, ritagliarvi un un disco di 22cm con una fascia d'acciaio, cuocerlo in forno per 15', farlo raffreddare;

Stendere la pasta restante, ritagliarvi un altro disco di 24cm steso tramite pellicola che poi vi aiuterà a poggiarlo sulla torta (prendete il disco di pasta pellicola in su, sistemate, togliete la pellicola); fatelo raffreddare in frigo.

Mettere la crema fredda, disponendola a cupola piatta, sul disco cotto di cui avete spennellato il bordo con rosso d'uovo battuto mescolato a qualche goccia di latte; ricoprire con il disco crudo, sigillare i bordi.

Spennellare il coperchio con rosso d'uovo, cospargerlo di pinoli.

 Cuocere in forno a 180° per 30' circa.

Far raffreddare su una griglia e cospargere di zucchero a velo.







Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...