giovedì 30 luglio 2015

Velsh rare bit (bocconcini gallesi), Wels rabbit, una golosità UK. Due versioni



Artemisia ne fece una versione della Marie Claire Maison
 
Scaldare 25g di burro in un piatto che contenga  4 fette di pane a cassetta di un cm di spessore e che vada sia in forno che sul fuoco. Dorarvi le fette da tutte e due le parti e lasciarle in attesa.

Fare a dadini o grattugiare 250g di formaggio "forte".

Mettere 25g di burro in una casseruola dal fondo spesso; su un fuoco molto dolce, aggiungere 8cl. di birra bionda o bruna, poi il formaggio, un cucchiaino di mostarda forte, un pizzico di cayenna, un cucchiaino di worcestershire. Mescolare con un cucchiaio di legno finché non é una crema molto liscia.

Battere un rosso d'uovo in una tazza con qualche goccia - non di più - di birra; fuori dal fuoco, mescolare un po' del contenuto della casseruola nell'uovo e dopo aver mescolato riversare il tutto nella casseruola stessa.

Spalmare le fette con questa crema, pepare e passare in forno sotto il grill 2/3'; servire su un piatto caldo.

Se il piatto non é fatto "espresso", le fette si possono preparare in tegamini individuali, spalmate; al momento di servirle, scaldarle a forno basso, passandole alla fine sotto il grill per qualche minuto in più.

*************************

La versione di Cucurbita

Una ricetta inglese da "merenda", magari come accompagnamento ad un bicchierino di un vino bianco secco e fruttato come del Gewurtztraminer alsaziano dall'aroma orientale.
 
Friggere  6 fette di pane cassetta in 75g di burro fino a che non abbiano preso un bel colore dorato. Tenerle al caldo.

Tagliare a dodolini 250g di formaggio Chester o di formaggio del Gloucester e metterlo in un pentolino (antiaderente) con un decilitro di birra inglese, pepe e noce moscata; far fondere a fuoco basso mescolando da10 a 15 minuti .

Quando il composto é sciolto e liscio stenderlo sulle fette di pane fritto. Dorarle rapidamente sotto il grill del forno e servirle molto calde.

3 commenti:

SeV a colazione ha detto...

Due versioni decisamente golose, faccio fatica a scegliere. Quel formaggio fuso spalmato sulle fette di pane mi crea dipendenza...
V.

qbbq ha detto...

quando avevamo il ristorante il welsh rarebit era sempre sul menù del pranzo ed era molto popolare. Noi facevamo una versione in cui si aggiungevano anche dei porri stufati (alla base di formaggio) - ottima cena facile invernale (tra l'altro la base cotta può rimanere in frigo per giorni).

questi piattini veloci appartengono ad un repertorio ormai quasi completamente dimenticato della cucina UK: nel periodo vittoriano si parlava di SAVOURIES: cosine stuzzicanti, salatine-piccatine, piccole porzioni servite dopo il dessert, per pulire il palato e prepararlo alla degustazione del porto. Tradizionalmente le savouries avevano una denotazione maschile, di cose per gentlemen.... esistono molti librini sull'argomento, anche del periodo edoardiano, molto carini.anche scaricabili gratuitamente su kindle: sono pieni zeppe di queste idee per bocconi salati molto gustosi.

un altro savoury molto buono si chiama scotch woodcock: uova strapazzate su pane tostato, con capperi e acciughe. ottimo (se non ricordo male esiste un mio vecchissimo articolo su mangiarebene sull'argomento)

artemisia comina ha detto...

che bel tema, Stefano, fanne un libro!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...