giovedì 29 aprile 2010

Aprile. Una cena che pensa alla Borgogna, con sei amuse bouche.



Aprile 2010. Una cena che pensa alla Borgogna, con sei amuse bouche. Padroneggiare il menu non è stato facile. Era preparato nella mente solo in parte; l'unico piatto già fatto, le oef meurette; di molti non avevo neppure la ricetta, ma andavano provati lì per lì: i timballi di asparagi e la vellutata di peperoni. Il condimento dei ravioli l'ho deciso all'ultimo momento, i tempi non erano ben calibrati, ho lasciato a metà un coniglio con la senape che sarebbe stato eccessivo. Di più: sono stata a rischio di non avere abbastanza pentolini! In altri termini, fare sei amuse bouche significa fare sei piatti, e la strategia deve essere militare. Menu. Amuse bouche: Gougeres, Vellutata di peperone giallo con raviolini di ciauscolo, Piccole insalate di pecorino romano e fave, Pain d'épices con foie gras, Pain d'épices con composta di cipolle al vino rosso, mostarda al cioccolato e speculos, Zuppette di pesce con chupe de camarones. Due éntree: Timballi di asparagi con vellutata di asparagi e asparagi al vapore, Oeufs pochée en meurette. Poi Ravioli di escargot con duxelle di funghi (senza foto: addentati prima che mi rendessi conto). Formaggi: livarot, valencay, poiset au marc, un parente dell'epoisse. Tatin di mele e arance con gelato di crema. Domaine Confuron-Cotetidot Craipillot, Gevrey-Chambertin Premier Cru, Domaine de la Ferté Givry 1er Cru.




Ricette.

Sei amuse bouche:

 gougeres,

vellutata di peperone giallo con raviolini di ciauscolo,  

piccole insalate di pecorino romano e fave,  

pain d'épices con foie gras,  

pain dépices con composta di cipolle al vino rosso e mostarda al cioccolato e speculos,  

zuppette di pesce con chupe de camarones.


Due éntree:

timballi di asparagi con vellutata di asparagi e asparagi al vapore,

oeufs pochée en meurette (ovvero uova in camicia con una salsa la vino rosso).

Poi:

 ravioli di escargot con duxelle di funghi (senza foto: addentati con curiosità prima che potessi rendermi conto dello scempio).

Formaggi (un livarot, un valencay e un poiset au marc, un parente dell'epoisse fatto con latte di capra invece che di mucca).

Per finire tatin di mele e arance con gelato di crema.

6 commenti:

Francesca ha detto...

Bello questo menù!!! Complimenti!!!
Ho visitato la Borgogna 2 anni fa, mi è rimasta solo una bottiglia di vino da bere... lo apriremo per un'occasione speciale!!!
Franci

Cristina ha detto...

Stupendo AAA!!!La strategia deve essere militare...e tu sei il Generale!!!Un caro abbraccio.
Cristina

orsy ha detto...

mondieumondieumaisalorsdisdoncla misére...

artemisia comina ha detto...

francesca, ricordati di cucinare qualche gougeres per accompagnare la bottiglia!

artemisia comina ha detto...

cristina! :))) ben tornata.

artemisia comina ha detto...

orsetta ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...