domenica 26 giugno 2011

Timballo di tagliolini e melanzane




Di Artemisia

Le melanzane sono due, grandi e viola: tagliate a fette sottili, bagnate in una leggera pastella di acqua e farina, fritte in olio di arachidi profondo. Un paio di zucchine romanesche che passavano di lì sono state trattate allo stesso modo.

I tagliolini sono gli ottimi all’uovo di Cipriani, 250g, sottilissimi; buttati in acqua bollente salata e subito tirati su.

Sugo: conditi con parte di una bottiglia di passata di pomodori ciliegini cotta con olio d’oliva e.v., sale, un pizzico di zucchero e uno spicchio d’aglio (che poi è statio tolto) per 20’ (solo una parte, regolatevi, il resto viene usato dopo).

Le fette di melanzana sono state alternate con strati sottili di capellini, e tra uno strato e l’altro è stato aggiunto parmigiano grattugiato (100g), mozzarella a tocchetti (25og), pepe nero appena macinato e la restante passata.

E' il parente sbrigativo di questo  timballo di capellini e melanzane.

Nel menu di Giugno 2011. Celebriamo formaggi sul terrazzo



4 commenti:

Chiara ha detto...

Una preparazione molto sontuosa Artè ! adatta al pranzo domenicale! Un abbraccio...

Alex ha detto...

Ecco, a pranzo verrei da te. Qui frigo vuoto e voglia di timballo :-)

isolina ha detto...

quasi svengo e mi riprometto imitazioni

artemisia comina ha detto...

diciamo la verità. il timballo seduce, le trippe ricche affascinano.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...