venerdì 15 maggio 2020

Polpette di pane e formaggio di capra


Di Artemisia

Avevo un avanzo di pane con le olive, e del formaggio francese di capra a pasta molle, cremoso e puzzolentino; mi sono venute in mente le Pallotte cacio e ova; la cremosità del cacio d'altro canto ha permesso di evitare l'uovo. Ho fatto polpettine e le ho fritte insieme a erbette di primavera - menta glaciale, salvia. Alcune le abbiamo mangiate appena fritte con una mozzarella di bufala, le restanti furono scaldate con buon esito in un sugo di pomodoro molto lieve. Anche solo due o tre saranno un perfetto amuse-bouche prima di una parmigiana.

100g di pane con le olive vanno frullati con 2cm di Sainte-Maure de Touraine.

Si ottiene un composto umido che si compatta bene, fare polpettine di un cm e mezzo di diametro circa.

Prendere dai vostri vasi delle foglie di salvia, delle cimette di menta glaciale (o quel che avete). 

Battere un uovo in una ciotolina, mettere in un'altra del pangrattato.

Passare il tutto prima nell'uovo, poi nel pan grattato.

Friggere in piccolo pentolino in olio profondo (arachidi o oliva) un po' per volta.

Mettere ad asciugare su carta da cucina.

Mangiare immantinente.

Se avanzano polpettine (e sarà buona cosa) scaldatele con un sugo molto leggero (passata di pomodoro, un pizzico di sale, 20' di cottura con foglia di basilico poi tolta, che resti molto fluido).













3 commenti:

isolina ha detto...

Ah, le polpette!!! Queste proprio nel cuore (passando per la gola)

artemisia comina ha detto...

:D

artemisia comina ha detto...


queste sono comodissime: la cremosità del formaggio, la sua sapidità fanno tutto: niente uovo, niente condimenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...