venerdì 17 gennaio 2020

Vendakkai puli kuzhambu curry. Curry di okra e tamarindo



Siamo nella raccolta Verdure e vegetali, divisi in: Insalate. Di tutto un po'; Insalate. Radicchio; Insalate. Con la frutta; Terrine; Ripieni; Polpette e crocchette; Fritti; Puré Mousse e Gelatine; Timballi, Timpani, Turbanti; Timballi, Timpani, Turbanti. Zucca; Sformati e Pasticci; Sformati e pasticci. zucca; Sformati patate; Dal indiani; Questo e quello; Cavoli broccoli brassicacee; Patate; Asaparagi e Carciofi; Peperoni e melanzane; Radicchio; Zucchine; Zucca.  

Da Artemisia

Faccio una ricetta di kannammacooks.com, voglio usare l'okra che ho trovato al mercato Esquilino; Teo da filippino la sa trattare; è una verdura difficile per chi non la conosce, poiché rilascia molta mucillagine; fortunatamente è abbastanza fresca (croccante) e piccola (non deve superare i dieci cm, e non deve avere peluria); Teo dice che più si taglia a tocchetti piccoli, più rilascia mucillagine: tagliamo ogni okra in due, penso dopo che sono troppo grandi, ma ancora non so che bene che fare con questa sorta di trombette. Prima di cucinarla l'abbiamo messa a bagno in acqua e aceto per un piao d'ore, ho letto che frena la sopraddetta mucillagine, che in effetti non pare abbia poi creato gran problemi. Il Piatto va in Officina riparazioni per un altro motivo: non è abbastanza fluido, liquido (guardate il link); vedrete che nel corso della ricetta non fo che predicare e raccomandarmi su tale aspetto. Nel menu di Gennaio 2020. Camino e peperoncino.

Cominciamo con l'okra.
 
In padella: un cucchiaio di olio di arachidi (ho usato olio di cocco) e 250g di vendakkai, ovvero di okra. Sale. Soffriggere a fuoco lento per 6-8 minuti. Mettere da parte.

Poi si fa una crema fluida chiamata masala.

Masala:

Nella stessa padella aggiungere olio di arachidi, farlo scaldare.

Aggiungere un cucchiaio raso di semi di cumino, farli saltare; aggiungere un ciuffo di foglie di foglie di curry e 5 spicchi d'aglio triturati. Far andare per 3'.

Aggiungere 2 cipolle affettate. Rosolare brevemente, ammorbidendo le cipolle.

Aggiungere due pomodori pelati e ridotti a dadini e quattro cucchiai di cocco grattugiato. Far saltare per un altro paio di minuti.

Rimuovere la padella dal fuoco.

Adesso questa miscela va frullata molto bene, fino a ottenere una crema molto fluida; nel caso, passarla e aggiungere acqua.

Ora si avvia un altro soffritto in una nuova padella, dove poi si verserà anche il masala.
 
Scaldare due cucchiai d'olio in un’altra padella, aggiungere un pizzico di semi di fieno greco, uno di  urad dal (lenticchie nere decorticate) due di senape nera in grani, un paio di peperoncini rossi secchi e un ciuffo di foglie di curry. Far saltare i semi di senape.

Il masala ridotto in crema fluida si versa nella seconda padella.

Aggiungere l'equivalente, di pasta di tamarindo, di un lime, sciolta in due tazze d'acqua,

Aggiungere un pizzico di semi di coriandolo in polvere, uno di  curcuma in polvere, uno di peperoncino in polvere, uno di polvere di sambar (omessa), un cucchiaino di jaggery (zucchero scuro).

Salare

Aggiungere una tazza o più di acqua (il piatto finale è molto fluido).

Coprire la padella con un coperchio e cuocere a fuoco lento per 15-20’.

Finalmente l'okra in attesa raggiunge il resto: aggiungere il vendakkai / okra e far sobbollire 5 minuti.

L'olio dovrebbe galleggiare sopra il curry: questa è l’indicazione che il curry è pronto.

Togliere la padella dal fuoco e servire il curry caldo con del riso.






 




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...