mercoledì 3 giugno 2015

Maggio. La cena delle peonie


Maggio 2015. La cena delle peonie. Sono tornate da noi Le Tre Grazie, e si parlava di lavoro, anche. Non che abbiamo mangiato quelle, ma tutto è nato dal ricordare una certa pezza africana color ruggine, e quanto stia bene sul tavolo, e dall'aver voluto fiori, e dall'aver pensato che certe peonie tra il ciliegia e il cremisi ci sarebbero state bene. Poi ho tolto il vaso dal tavolo, che troppo troneggiava, ma gli ospiti sono stati accolti da quello, e poi si è ripiazzato lì, e ancora ci sta. Menu: Tartellette con crema d'uovo sodo, una alla menta e cetrioli, l'altra alla paprika; Clafutis de reblochon aux abricots, con l'amata congiunzione salato, acidulo e note dolci; Tatin di cipolle rosse, un vecchio piatto rifatto dopo anni con piacere, perchè le cipolle rosee e spampanate sono molto rose di maggio; Zuppa sarda di carta da musica, finocchiella e agnello scappato; Insalata di foglie e frutta; Caprese portata in dono, per niente caprese, ma molto molto buona, fondente come se ci fossero castagne. Champagne per cominciare, poi Amarone, poi un Calvados.



Tartellette con crema d'uovo sodo, una alla menta e cetrioli, l'altra alla paprika  

Clafutis de reblochon aux mirabelles

Tatin di cipolle rosse

Zuppa sarda di carta da musica, finocchiella e agnello scappato

Insalata di foglie e frutta
 
Caprese

La stanza attende gli ospiti:



2 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Tutto bellissimo, soprattutto la tatin di cipolle, che amo..va bè.. anche le tartellette.. :))

artemisia comina ha detto...

grazie Giulia, dovessi scegliere un ospite, ti sceglierei :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...