martedì 11 febbraio 2014

Simil paella vegetariana

Di Isolina

Simil, perché in fondo è stata fatta come credo fossero fatte le paelle… con quello che c'era e un po' come venivano. Questo anche per un ricordo scavato dal lontano passato, di una paella anomala mangiata in oscuro posto campagnolo verso Valencia.

In un soffritto di olio d'oliva, peperoncino e abbondante aglio e cipolla, metto poi dentro cavolo rosso tagliato sottilissimo e così del peperone pure rosso. Poi metto dentro dei tozzi di pane secchissimi (questo l'antico ricordo, credo fosse per imitare del pollo). Dopo una rimescolata, ho aggiunto del riso di Camargue che ho appena sbollentato. Aggiungo brodo a livello e lascio cuocere fino ad assorbimento dei liquidi. Per ultimo delle fette di limone confit che ci stanno da dio. Il pane non sembra pollo, ma è divinamente insaporito e di consistenza soave.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...