domenica 19 gennaio 2014

Patate arrosto di Heston Blumenthal


Artemisia legge su gastronomia mediterranea, e fa.
 
Lavare 1,250 kg di patate (farinose) pelarle e tagliarle in quarti (ovviamente, quarti ideali, dipende dalle patate; in sintesi, pezzi belli grandi e regolari, di uguale stazza).

Sciacquarle in acqua fredda cambiata due o tre volte per eliminare l'amido.

Metterle in casseruola coperte d'acqua, portare ad ebollizione, abbassare il fuoco e cuocere lentamente per 25-30'.

Scolarle con delicatezza, perché non si rompano, e farle asciugare.

Versare 5mm d'olio d'oliva su una placca da forno (180°, già caldo) che dovrà contenerle in un solo strato senza disperderle e infornarla per 5'.

Aggiungere le patate e 8 spicchi d'aglio schiacciati; mescolare bene con le mani perchè si ungano perfettamente e cuocere per un'ora girandole delicatamente ogni venti minuti.

Trascorsa un'ora, aggiungere, se si vuole, timo o rosmarino ed infornare per altri 15-20' finché non sono dorate e croccanti fuori, morbidissime dentro.

Asciugarle su carta assorbente, spolverizzare di sale (è la volta giusta per il fleur de sel), servirle.

Nota: ho sentito molte perplessità sulla lunghezza dei tempi di questa ricetta; ma poi leggo su rete:  Heston Blumenthal recipes are famously long. E vedo una ricetta di perfetto pollo arrosto che richiede tre giorni.

Per approfondire, insearchofheston

Nel menu  Gennaio 2014. Una cena tranquilla con tagliolini in brodo gratinati. Accompagnavano un Petto di tacchino all'aglio.




7 commenti:

Araba Felice ha detto...

Sono curiosa di provare, di solito cuocio le patate arrosto a temperatura più alta ma voglio vedere come vengono.
E aspetto i tre giorni del pollo :D

artemisia comina ha detto...

:) sarebbe perfetta Ilse.

isolina ha detto...

Abbiamo viaggiato su binari paralleli! Messo post su FB prima di aprire AAA!

Carmine Volpe ha detto...

sono tra le più buone patate che abbia mangiato, brava

artemisia comina ha detto...

le rifarò presto, Carmine.

qbbq ha detto...

...lunghe cotture: artemisia se ti interessa ora in commercio esiste un sous vide a prezzi buoni e di cui parlano un gran bene:
http://www.seriouseats.com/2013/12/sous-vide-circulator-review-sansaire-nomiku-anova.html
io ci sto facendo un pensierino
gran belle ricette (e gran bella tovaglia). Un dubbio: le patate forse non vanno mescolate con le mani (non ti bruci?). Penso che si intenda rivolgerle per bene nell'olio (dalla ricetta di HB). stefano

artemisia comina ha detto...

le ho mescolate con le mani solo la prima volta, già tiepide dopo la bollitura, per ungerle bene; dopo mi sono ben guardata, due forchette e delicatezza: sono pezzi grossi e si fa rapidamente.

grazie della dritta sottovuoto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...