mercoledì 28 settembre 2011

Sablé: di Alda, di Cucurbita




Da Alda Muratore

Per una folla superfriabile, quella che si scioglie in bocca e non si rompe in tanti pezzi quando la tagli, la proporzione è: burro pari alla metà della farina, zucchero pari alla metà del burro, niente uovo: se proprio necessario, qualche goccia di acqua fredda. È un po' difficile da lavorare, ma è l‘ideale per le crostate con ripieno di crema, o per i biscottini sablé. In entrambi i casi, io inizio l’impasto nel robot da cucina e lo finisco, rapidamente, a mano. In questo modo, la pasta non si scalda ed evito il tempo di riposo. Anche in questo caso, la cottura è importante: la frolla dev'essere appena dorata.

*************

Da Cucurbita Serenissima

500g di farina00, 300g di burro, 250g di zucchero, 80g di farina di mandorle (tostare rapidamente in forno le mandorle sbucciate, triturarle finemente con un cucchiaio di zucchero preso dai 250), un pizzico di sale, dei semi di vaniglia (oppure, usate lo zucchero dove avete messo un baccello per aromatizzarlo, oppure essenza, oppure pasta di semi di vaniglia), la buccia grattugiata di un limone.

Stendere la pasta riducendola a circa 6mm di spessore.

Fare dei biscotti con il coppapasta che preferite, bucherellateli con i rebbi di una forchetta.

Forno già caldo a 180°, per 20’ circa (appena cuociono, fuori dal forno o induriscono. Non devono dorare).

Potete aromatizzare i sablé con cardamomo, cannella, zenzero…Fate un po’ voi.

4 commenti:

salamander ha detto...

i sablé!!!! ne parlavo giusto ieri con una mia amica: ho voglia di farli e di mangiarli!

pinguil ha detto...

Ma quante ne sai??? Le tue frolle sono sempre una garanzia.. io l'ho adottata da tempo e non ne sbaglio una!!

la belle auberge ha detto...

ma guarda come le somiglia!
sei veramente un'artista, cara Artemisia.

artemisia comina ha detto...

voi sì che mi date soddisfazione ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...