martedì 13 ottobre 2020

Waterzooi di pollo


Da Artemisia

Orto Botanico: ancora frutti, bacche, malli, drupe, pigne, ghiande - come profumano - foglie e perfino qualche piuma (le piume sono stagionali: con le prime piogge, spariscono in un battibaleno rimescolandosi nel macero della terra). E poi funghi sui tronchi: ventagli, mensole. La luce si poggia su una cornacchia grigia adatta a una strega, spennachiata, rara: le sorelle sono belle. I pappagallini dal collare cincischiano intorno ai nidi, spunta una capoccetta, sarà ancora un infante? Waterzooi di pollo. Ho un galletto di quelli piccoli, privi di senso, tranne che farne - ho già provato - aromatiche zuppette. Waterzooi grida la mente, ricordando il confortevolissimo Waterzooi col merluzzo così adatto al tempo autunnale. 

Bollite per 30’ un piccolo pollo con sale, pepe nero, 1 spicchio di aglio affettato e un bouquet garni fatto con un rametto di timo e 1 foglia di alloro legati insieme (in fine lo toglierete)

Disossate il pollo, mettete via la carne ridotta in filetti.

Rimettete le ossa e la pelle in casseruola a sobbollire per un’ora; filtrate e schiumate il brodo. 

Tagliate a corta (che entri un un cucchiaio) julienne: 1 carota, 1 cipolla, 1 porro, una costa di sedano.

Mettete le verdure in una pentola di ghisa a misura (i pezzi di polli andranno accostati) con una noce di burro.

Fate stufare coperto e a fuoco dolce per ½ ora con sale, pepe e noce moscata

Disponete i pezzi di pollo, ben accostati, sulle verdure.

Spolverate con un cucchiaio di maizena.

Coprite con il brodo, mettervi su un coperchio e portare a cottura a fuoco basso. 

Incorporare nel brodo 1 tuorlo prima battuto in una ciotola con 125g di panna fresca.

Spolverare con erba cipollina tagliata finemente.

Servire con fette di pane tostato o patate bollite.



 











Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...