domenica 4 agosto 2019

Gnocchi alle fave e gamberi con lemon curd


Di Giulia

Sbollentare (pentola contenuta, non c'è bisogno di tanta acqua) dei gamberi (una decina) sgusciati: il tempo che si scottino, levarli (con teste e carapaci si fanno molte cose, per esempio: pasta con i gamberi della signora scriteriata; chupe de camarones, zuppa di gamberi peruviana).

Nella stessa acqua, che avrete salato, buttare delle fave fresche sgusciate (un piatto fondo raso). Cuocerle dai dieci minuti a qualcosa in su, a seconda della loro tostaggine.

In una padella far appassire in olio d'oliva uno scalogno finemente affettato.

Aggiungere le fave, lasciare insaporire cinque minuti, poi i gamberi, altri due minuti, spegnere.

Cuocere gli gnocchi (per pigrizia li ho comprati - 3 pacchetti da 250g - ma li faccio ogni tanto quando compro le patate meravigliose al mercato); sono pronti appena vengono a galla.

Scolarli e metterli nella padella con fave e gamberi.

Versarci del lemon curd salato.

Grattugiarci su la buccia di un limone, mescolare.

Nota:  se oltre a fare gli gnocchi volete passare altro tempo in cucina - con merito - togliete alle fave, oltre il baccello, anche la pellicina; diventeranno tenerissime, scintilleranno di verde, non le dovrete nemmeno lessare, e nella padella ce le buttate con i gamberi, perchè basteranno due minuti. Naturalmente in partenza dovrete prevederne il doppio.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...