mercoledì 21 giugno 2017

Torta di zucca o di zucchine ligure. Anna Gosetti più Stefano Arturi.



Artemisia segue Stefano Arturi che segue Anna Gosetti  e fa una torta ligure di riso e zucchine dentro più strati di pasta finissima.



700g di polpa di zucchine romanesche grattugiate, 200g di riso bollito e al dente, 4 uova sbattute, 100g parmigiano grattugiato, 100g di ricotta, due cucchiai di yogurt greco, sale, pepe, noce moscata, maggiorana tritata, una manciata di spinaci tritati.

Mischiate bene tutti gli ingredienti.

Pasta matta: 400g di farina, 70g d’olio d'oliva, sale e acqua.

La consistenza deve essere quella della sfoglia per tagliatelle; ricavate 4 pagnotelle.

Stendetele a velo.

Prendete una teglia (io un testo di rame) di 30cm di diametro e stendetevi  due strati di pasta, spennellati tra l'uno e l'altro d’olio d'oliva.

Mettete la farcia.

Altri due strati di pasta, spennellati tra l'uno e l'altro d’olio d'oliva.

Spennellate la superficie con un albume mischiato a olio d'oliva.

In forno caldo a 180° per 45' circa.

Nota: mi è avanzata un po' di farcia, ho preferito fare una torta bassa.

Sul tavolo di Giugno 2017. Una cena per quattro cavalieri






Nella cena dei quattro





Stefano Arturi, versione con zucca e senza pasta:

Questa è una classica torta salata ligure, da Anna Gosetti, Le Ricette Regionali Italiane. Per me è una ricetta vincente perché è buona, veloce, facile, poco costosa e molto allegra d’aspetto, nel suo essere tutta gialla/arancia/oro/brunita. Ho omesso il guscio di pasta matta: si ha una torta/sformato di zucca compatta ma morbida. Ottima cena, ottima schiscetta. Da notare che la zucca va usata cruda.
700g circa di polpa di zucca gialla, grattugiata (ho usato una butternut squash), 200g di riso (bollito e al dente), 4 uova sbattute, 100g parmigiano grattugiato, sale, pepe, noce moscata, maggiorana tritata, una manciata di spinaci (o biete, 250g sbollentati e tritati).
Mischiate bene tutti gli ingredienti. Punto. Stop. Finito.
Nella versione senza pasta, versateli nella tortiera di 26cm di diametro oliata e cosparsa di pangrattato e alla fine spolverate con i soliti pangrattato e parmigiano, più un  d’olio d'oliva a benedire il tutto.
In forno caldo a 180° per 45' circa. Buona tiepida. Si conserva bene per due-tre giorni.
Ovviamente, come suggerisce la Gosetti, della ricotta freschissima non ci starebbe male. In primavera e in estate si usano le zucchine, sempre crude e grattugiate.
Pasta matta della Gosetti: 400g di farina, 70g d’olio d'oliva, sale e acqua. La consistenza deve essere quella della sfoglia per tagliatelle; ricavate 4 pagnotelle, stese poi a velo. Si fanno due strati di pasta, spennellati d’olio d'oliva, più il ripieno, più due strati di pasta, spennellati d’olio d'oliva. Il sopra andrebbe ulteriormente spennellato con un albume mischiato a olio d'oliva.


2 commenti:

qbbq ha detto...

ah,, caspita... me ne ero dimenticato! kudos a te che con questo caldo (suppongo) accendi il forno :) - stefano

artemisia comina ha detto...


il forno lo accendi, te ne vai, e torni a cose fatte! :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...