giovedì 1 settembre 2016

Budino di frutta e semolino come in Dalmazia



Di Isolina, detta Brassica Illirica

Sul filo di lontanissimi ricordi. Quello che mia madre spesso approntava per me e mio fratello quando mio padre era via e noi si mangiava in cucina. Chissà perché, ma mi sembra sempre che fosse inverno. Questo forse non è proprio un budino e non è quello di mia madre, e forse risente di vaghi ricordi di cose descritte da Zweig. Cose che gli ammanniva la sua governante? E mai più dimenticate, come succede con certi ricordi di infanzia.

Taglio in quartini delle grosse succose prugne gialle, le mescolo a quartini di nettarina e metto il tutto in un pentolino a fondo spesso. Copro e faccio andare molto lentamente fino a quando la frutta si mostra molto cedevole.

Allora metto due cucchiaiate colme di semolino e incomincio a rimestare. Mescolo mescolo cercando di non fare grumi (ma qualcuno rimane) e di non far attaccare.

Quando mi sembra quasi pronto aggiungo due belle cucchiaiate di zucchero. Lascio ancora qualche minuto sul fuoco.

Verso nella ciotola e metto una bella sventagliata di spezie da un prezioso mulinello che contiene scorze di vanilla bourbon, cannella, zenzero, chiodi di garofano e non so quanto altro.

Dai miei ricordi, che come dissi sono invernali, si mangiava caldissimo, in questi climi va bene la temperatura ambiente ed è rincuorante.


Conversazioni.

1 commento:

giulia pignatelli ha detto...

Sembra ottimo Isolina, da fare con la frutta estiva e i primi freddi di settembre..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...