mercoledì 13 gennaio 2016

Venezia. Fondi di carciofo rosolati



Ogni banco di verdura a Venezia ha una vasca con acqua e succo di limone in cui natano fondi di carciofo. Come quelli di destra, piatti; quelli di sinistra, a coppetta, che ho trovato nel mercato di Padova, sono ritenuti tutt'altra cosa.


Tali fondi pare vengano da carciofi violetti dell'Isola di Sant'Erasmo, e che siano i figlioli meno belli della pianta, che vengono pelati come si vede in questo link, dove una blogger di Sant'Erasmo ce ne parla con intrinsechezza e dà anche varie ricette.

Anch'io, che li amo, mi sono provata più volte nella loro cottura; quella che preferisco è rosolata: fondi distesi sul fondo della padella, con poco olio d'oliva, a bruschettare coperti, rigirando; poi serviti con croccante fleur de sel. Come quelli delle foto di sopra.

Il modo più veneziano che io sappia è di farli stufati: all'olio si aggiungono due dita d'acqua e si cuociono coperti fin che teneri; poi si condiscono con sale e prezzemolo.

***

Aggiornamento gennaio 2017

Non c'è volta che, venendo a Venezia, non si mangino fondi.








Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...