mercoledì 27 gennaio 2016

Strascinati lucani con farina di grano arso


Di Isolina

La prima volta che sentii parlare di farina di grano arso pensai fosse una favola, anzi una fola. Mannò, ovviamente dovetti ricredermi. Invano cercai di assaggiare le famose orecchiette o gli strascinati, non ebbi mai la fortuna. Giorni fa, alla Coop vedo Farina di Grano Arso! E' subito mia e decido di farne pasta. Non le orecchiette, non gli strascinati pugliesi come si dovrebbe, ma gli strascinati lucani che imparai a fare da un grande amico ormai scomparso. Detto fatto.

Strascinati lucani: mescolo due farine, in proporzione di 1/3 farina di grano di arso e il resto farina di grano duro. Aggiungo acqua tiepida poco per volta, impasto piano piano fino ad ottenere la consistenza che mi sembra giusta, poi impasto vigorosamente. Formo una palla, avvolgo in pellicola e metto in frigo. Così dicevano le istruzioni, che seguo con una certa riluttanza pensando che di certo una volta non veniva messa in frigo...ma magari nel pozzo? Comunque procedo. Tolta dal frigo, faccio i cordoncini e poi li taglio e li trascino con tre dita, o due o come viene. Certo i miei strascinati non sono perfetti, ma mi accontento.

Per condimento cuocio rapidamente fioretti di broccolo calabrese con aglio, olio d'oliva e peperoncino. Intanto preparo una bella sbriciolata di pane, che leggermente tosto in padella.

Calo gli strascinati nella pentola di acqua bollente salata con ansia (magari si sfanno?), ma va tutto bene e appena arrivano a galleggiare li raccolgo con il ragno e li metto nella pentola dei broccoli.

Mescolo bene, aggiungo le briciole e porto in tavola.

Un sapore insolito, come venuto dalla notte dei tempi. Un sapore che fa meditare e poi affascina, incanta. E penso a chi andava veramente per i campi a raccogliere le spighe arse...

Qui si vede il gesto per fare gli strascinati. 





4 commenti:

qbbq ha detto...

innanzituto lunga vita alla Coop...il mitico grano arso... io mai riuscito ad assaggiare ma anni fa amico dal Libano mi port' del grano affumicato (frekkeh, che poi anni dopo, qui in uk, anche Ottolenghi avrebbe popolarizzato): grano immaturo bruciato (se non ho capito male): il sapore VARIA da marca a marca, ma il sapore di base è molto "affumicato". come dici tu, sapore che intriga. ora mi metto all'opera per vedere dove recuperare la farina di grano arso italiano
... ribadisco: santa coop, santa subito (così come pure santa ellelunga... scandali di entrambi a parte). ciao isolina
stefano
ps.... olio della vostra coop da i punti a molti oli celebrati e che qui ti vendono manco fossero du cocomeri de cartier!

isolina ha detto...

Rispetto al frekeh,ha un sapore molto più marcato. Adesso in forno focaccia fatta con farina arsa,per provare, imbottita di...broccoli ovviamente. Saprò dire dopo assaggio.

Silvia ha detto...

E' sempre bello leggervi e venire qui a trovarvi.
Silvia

isolina ha detto...

Grazie Silvia e fa sempre piace5e ricevere incoraggiamenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...