giovedì 7 gennaio 2016

Radicchio Tardivo glassato, al Grand Marnier





Da Cornucopio Canturino

La sera di Capodanno 2016 eravamo a Venezia con Cornucopio e Polsonetta; chi si adoperava per una cosa, chi per un'altra; Cornucopio propose questa ricetta:

Procurarsi dei bei cespi di radicchio tardivo tutti uguali; questi erano tendenti al piccolo, adatti ad essere tagliati a metà, ciascuna parte adeguata porzione singola. Noi eravamo nove, i cespi furono cinque. Fossero più grandi, fate dei quarti.

Fate sul fondo di una padella ampia (qui furono due padelle), in modo che i cespi non debbano sovrapporsi, ghirigori d'olio d'oliva, aggiungete una nocciola di morbido burro (Cornucopio è lombardo, senza burro non sta).

Premetevi i cespi taglio in giù, cospargete con un paio di chucchiai rasi di zucchero,  fate impregnare, girate delicatamente, sostate, poi girate di nuovo; sale e pepe.

Aggiungete un bel sorso di Grand Marnier, fiammeggiate. 

Aggiungete il succo di un'arancia e mezza, due. Fate stufare fino a morbidezza.

Mettendoli in una teglia da forno, si possono scaldare. 

Nel menu di  Dicembre 2015. La sera dell'ultimo dell'anno 





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...