domenica 22 novembre 2015

Alla Giustina il pecorino si affina



 Di Isolina

E' la seconda volta che ci si mette in questa impresa. La prima non andò per niente male, così, incoraggiati, ci si riprovò, con progetto più ambizioso. L'idea era di invecchiare il formaggio e dargli una bella crosta.

Il pecorino lo si acquistò, appena fatto, da un piccolo produttore locale che parte da latte del proprio gregge.

Come materiale di affinaggio: marc  (l'equivalente francese della grappa) e pimenton di Estremadura semipiccante.

La forma di pecorino, piccola come tradizionale nel senese, la strofinammo ben bene con il pimenton e quindi spenellammo con il marc. Questa operazione di spenellamento, fu ripetuta due volte al giorno per 40 giorni. Lo strofinamento con pimenton per tre o quattro volte.

Ieri l'assaggio e la grande soddisfazione. L'accordo con l'insalata è grandioso. Il sapore cambia in più complesso, l'aspetto è allegro ovviamente ricorda il tradizionale pecorino strofinato con la salsa di pomodoro. Divertente è anche stato il combinare toscano con spagnolo e francese


A novembre, belli come il sole piccanti Kung Pao. Vanno appesi in attesa.

1 commento:

Magrì ha detto...

vorrei farmi una collana con peperoncini così lucenti...
che soddisfazione avere le mani in pasta, anzi pardon, in formaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...