sabato 14 marzo 2015

Torta Bis - cotta con giri di noci.



 Di Artemisia.

Sarebbe un incidente di percorso, se non che, per il seguente motivo, commemoro: se si butta insieme in un mixer pasta frolla (cotta) e marmellata, fino ad avere composto cremoso, e poi si schiaffa tutto dentro un nuovo guscio di pasta frolla, si ha alla fine una tessitura che sta appunto tra pasta frolla e marmellata che è da rifare.

Avevo questi londoneri (ricetta in inglese, prego, l'italiana è buona e riesce; leggete in fondo al post). Cadevano da tutte le parti, la frolla era molle, il top troppo basso... dopo averne ficcati in bocca due, gli altri li ho sbattuti nel mixer. Non era solo pasta frolla e marmellata, ma il resto ci stava benissimo, il profumo era ottimo, il composto cremoso; ho schiaffato tutto in nuovo guscio di frolla fatta come dio vuole, usando fascia di acciaio senza fondo su carta da forno, bordo alto due cm, diametro 22cm.  Quindi ho pensato che una cresta di gherigli di noce ci sarebbe stata diddio, e ci stava diddio, è un giustissimo contrappunto con la tessitura della farcia. Due giri, ci feci, per fare corona; ma potrebbero anche andare su tutta la superficie.

Se volete rifare una cosa simile, buttate nel mixer dei biscotti di pasta frolla, della farina di mandorle, qualche meringa, della marmellata, fino ad avere una crema densa. Fate un po' a gusto, potete anche aggiungere qualcosa che vi piaccia; che ne so, un cucchiaino di zenzero in polvere, uno di cacao.. Fatene una bella tazzona, poi foderate con della frolla uno stampo, versatela, ponetevi sopra dei giri di noci, infine forno a 180° per 25'.

Se avete lasciato il centro libero, potete spolverarvi su un po' di zucchero a velo.





Qui racconto una storia simile all'origine di questi ravioli dolci al pepe nero.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...