mercoledì 7 maggio 2014

Puntarelle e fave in frittata


Da Isolina

Due cose che di solito si mangiano crude, ma le puntarelle erano in sovrabbondanza e di fave ne avevo un piccolo avanzo, già prive della loro intima pellicina. E allora…una mia benamata frittata.

Le puntarelle le ho trattate come al solito, (affettate per il lungo, messe in acqua fredda ad arricciare) facendo però dei filetti più corti e meno sottili.

In padella ho messo olio d'oliva, peperoncino e abbondante cipolla finemente affettata: a rosolare.

Ho tagliato del pane raffermo a cubetti che ho messo in una ciotola e li ho spruzzati di acqua solo per ammollarli un pochettino (il pane lo metto spesso nelle frittate, le rende più altine e consistenti).

Alle cipolle ben rosolate ho aggiunto le puntarelle e ho salato.

Ho fatto andare per qualche minuto, ho aggiunto il pane e mescolato bene. Quindi le uova ben sbattute.

Quasi quasi sembrava una frittata di asparagi selvatici (quasi quasi).


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...