lunedì 24 febbraio 2014

Strudel di carciofi e mollica di pane



Di Artemisia

Stufare dolcemente in olio d'oliva sei carciofi privati con cura massima e occhiutissima di ogni parte fibrosa, e tagliati a fettine (li ho stufati con aglio molto bambino, quando sembra un giovanissimo porro; non è facile trovarlo, potete sostituirlo con scalogno, un par di bulbi).

Ridurre in briciole del buon pane raffermo fino ad averne un paio di cup (500g circa); condirlo con: erbette fresche miste e triturate (prezzemolo, basilico, menta, erba cipollina, maggiorana; fatevi un giro in terrazzo); due spicchi d'aglio privati dell'aspro germoglio e ridotti in crema, poi olio d'oliva, tanto quanto ne occorre perché il pane non sia più del tutto secco, senza esagerare; poi semi di coriandolo, buccia d'arancia essiccata (altrimenti una grattatina di fresca), fiori di finocchio, sale, pepe nero appena macinato (quanto di queste cose? Dipende da voi: ficcate il naso nel composto e decidete; io non sono timida).

Stendere le briciole sul primo terzo di pasta, mettervi sopra i carciofi; avvolgere lo strudel e spennellarlo con burro fuso; al centro disseminarvi una striscia di semi di fieno greco, e ad entrambi i suoi lati, una di neri semi di nigella.

Forno già caldo a  180/200° per 30'; se l'avete surgelato, come si può, una decina di minuti di più; ma, come sapete, dipende dal forno: guardate.

Per come fare la pasta e come procedere per ottenere uno strudel, guardate qui. Ho usato la pasta numero 2. Aggiungo che avendo fatto la pasta bastante per due strudel, l'altro l'ho fatto dolce, con la ricotta; quando si è trattato di decidere sulla quantità di zucchero (mezzo cucchiaio per gli strudel salati, uno per i dolci), ho fatto vincere il dolce e ho buttato giù un cucchiaio intero: nessun pentimento, la pasta "dolce" stava benissimo anche con i carciofi. 




3 commenti:

Reb ha detto...

Bisogna fare richiesta in carta bollata, o semplice, per poter venire a cena da te?
Mi accontenterei anche della merendina, dovessero essere i costi non agilmente sostenibili :)

artemisia comina ha detto...

deliziose le merendine, vengono un sacco di idee, si può fare qualsiasi cosa!

simoff ha detto...

che bontà...si vede a occhio!!! e tutti questi profumatissimi ingredienti ( erano questi i segreti di cui parlato...) cercherò di copiarti al meglio!!!!! grazie per la condivisione!!!|

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...