martedì 14 febbraio 2012

Potée aux pois cassés, stinco di maiale e zuppa di spezzati


Artemisia fa una ricetta da Elle. La cuisine mijotée, 1984. Ovviamente, bisognerà cambiare qualcosa, e per via degli ingredienti e per diminuire la gargantuesca quantità.

Uno stinco di maiale affumicato va bollito in abbondante acqua non salata per un'ora, quindi va scolato.

Immergetelo poi in una pentola di coccio o ghisa in cui avete messo 500g di spezzati ovvero piselli secchi, e due litri d'acqua. Fate cuocere un'ora.

Aggiungere tre carote, uno o due porri, tre coste di sedano, tutto a rondelle. Far cuocere ancora per 30/40', o se volete controllate le carote, appena sono cotte è ora di finirla.

Servire la carne a parte, insieme a delle calde scodelle di zuppa di spezzati. Accompagnare con mostarda e pane casereccio.

Nota: la ricetta originale prevede due zampetti di maiale, una palette de porc demi-sel, due salsicce affumicate; inoltre prevede un mazzetto di prezzemolo e un mezzo sedano rapa e aumenta in proporzione le altre verdure; le salsicce a rondelle si mettono quando si calano le verdure e si lasciano nella zuppa. Palette, zampetti e piselli secchi cuociono insieme per due ore.Gli spezzati da Italia a Francia si prestano a zuppe in cui cuociono con il maiale; a Venezia li cuociono con dentro un pezzo di lardo, in Francia oltre alla carne di maiale intesa in senso ampio, si usa metterci a cuocere uno zampetto.


Vedi anche questo piatto, molto semplificato, ma parente: Crema di fagioli solfarini con stinco di maiale affumicato


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...