giovedì 14 gennaio 2010

Francia. Midi Pyrénées. Cajasse quercynoise con l'uva.






Da Artemisia Comina, la cajasse: somiglia a una gran crêpe e al far breton; diciamo che è una via di mezzo. Consigliabile per piacevolezza unita a semplicità e velocità.

Da una ricetta di Sylvia Gabet, 1, 2, 3,... c'est prêt !, Minerva 2002, riportata dal bel blog Cuisine Campagne dal quale la prendo con modifiche.

Ne dò una nuova versione con l'uva, dopo averne data una estiva con le ciliegie. Ma si può fare nuda e semplice, oppure mettere altra frutta.

Per 6-8 persone.

Mettere nel mixer: 6 cucchiai di zucchero (130g), qualche goccia di essenza di vaniglia, un bicchiere di latte (250ml), tre cucchiai di farina (90g), un cucchiaio di Cointreau. Frullare.

Aggiungere, una dopo l'altra, 3 uova,

Imburrare bene uno stampo, versarvi il composto, disseminarlo di 500g di chicchi d'uva nera o bianca, polputi, con buccia e semi.

Forno già caldo a 210° per 40’ circa; comunque, fino a decisa doratura dei bordi.

Una decina di minuti prima della fine cottura spolverare di zucchero bruno: si avrà una crosticina caramellata.

Nota: velocissima da preparare e buona; le ciliegie con il nocciolo sono come bottigliette con il tappo. Conservano tutto il succo, che vi esploderà in bocca. Lo stesso effetto lo fanno dei bei chicchi d'uva polputi. Ma intendo provarla anche con fette di mela con la buccia.

O Francia,  tu e i tuoi cambi di nome del tuo territorio! Ecco il Quercy (da wikipedia). Corrispondeva alla diocesi di Cahors.





5 commenti:

Grazia ha detto...

mi abbevero alla fonte del tuo sapere!..
ripeto a bassa voce "cajasse quercynoise" e mi sembra di essere già più chic! e dire che stavo progettando di andare a casa a preparare i biscotti al muesli e muscovado e già mi sentivo parecchio colta... :DD

ne ho di strada da fare da huatabampo ai tuoi numerosi orienti e occidenti.

grazie e baci

cobrizo ha detto...

instancabile AAA, in questi dolci fruttolosi ci fai sciogliere tutti! ;-)

bellissimi cucchiaio e piatti.

terry ha detto...

Che bello Artemisia....ho scoperto un nuovo dolce!!!
A vederlo mi ha ricordato pure il clafoutis!!!
mi ispira ...e che bello quel cucchiaio!!! voglio!!!;)))

baci

Terry

Artemisia Comina ha detto...

grazie, anche a me ha fatto effetto cajasse quercynoise quando l'ho detto per la prima volta, e ancora adesso....

Artemisia Comina ha detto...

cobrizo e terry, ho un debole per quel cucchiaio ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...