giovedì 15 gennaio 2009

Castagnaccio con pere e cioccolato.


Di Artemisia Comina.

500g di farina di castagne, 100g di cioccolato amaro grattugiato,una manciata di uva passa, una pera sbucciata e tagliata a dadini, una manciata di nocciole tagliate in due, olio d’oliva e.v., un rametto di rosmarino, acqua quanto basta.

Sciogliere in una ciotola la farina di castagne con l’acqua, finché non si ottiene una pastella fluida. Perché non si formino grumi, aggiungere l’acqua poco a poco senza versare quella successiva prima di aver ben tirato l’impasto con la frusta, ottenendolo liscio e senza grumi, appunto. Aggiungere pera, cioccolato, un goccio d’olio d'oliva, uva passa, un pizzico di sale. Mescolare.

Versare la pastella in una teglia di alluminio con il fondo oliato. La teglia sarà di 28cm di diametro: così si avrà un castagnaccio di 1cm di spessore.

Cospargere la superficie della pastella con le nocciole. Deporvi il rametto di rosmarino. Farvi su un bel giro d’olio.

Mettere in forno già caldo, a 200°, per 30’/40’, finché non vedrete i bordi ritirarsi dalla teglia.



Artemisia riprova un castagnaccio lievemente piccante, come questo, cambiando però la mela con la pera e il cacao con il cioccolato, il che fa un effetto diverso. La dolce pera e il determinato cioccolato portano il loro contributo. Gli altri castagnacci di AAA.


12 commenti:

Cobrizoperla ha detto...

come direbbe il mio bambino: mi lecco i baffi perchè è ghiottissimo! ;-))

amo il castagnaccio. al momento in casa mi manca solo la pera, sennò...

Artemisia Comina ha detto...

non farti intimorire da una piccola mancanza e sbircia per bene in dispensa :)

papavero di campo ha detto...

rivisitando il castagnaccio in terra toscana di eresia si parlò, non me ne curai perché la frutta dentro e altre ghiottonerie molto gradimento arrecano al palato!
eretica pure tu!
le screpolature sulla superficie mi piacciono, forse perché usi l'acqua a stemperare la farina? (l'ho sostituita con il latte per farla più buona e ricca)

Artemisia Comina ha detto...

in piemonte sembra ci mettano questo e quello senza fare una piega.

sì, acqua; mi piacciono molto le crepe :))

Cobrizoperla ha detto...

procurata la pera. scatta l'operazione castagnaccio! ;-))

Artemisia Comina ha detto...

allora ti dò un difficile consiglio: il giorno dopo è migliore.

Cobrizoperla ha detto...

ahahah! ;-))
irresistibile anche la tentazione di apportare altre varianti: il cacao amaro al posto del cioccolato, qualche cucchiaio di sciroppo d'acero, la buccia d'arancia al posto del rosmarino e della purea di nocciole al posto dell'olio. ora è in forno...
Giacomo ha detto: -Verrà meraviglioso!-. Vediamo. ;-)

Artemisia Comina ha detto...

uhmmmm la BUCCIA D'ARANCIA...attesa ansiosa resoconto a due voci.

Cobrizoperla ha detto...

abbiamo ritenuto non fosse opportuno rischiare di aspettare fino a domani: non poteva migliorare! ;-) è b-u-o-n-i-s-s-i-m-o!!! questa collaborazione castagnaccia mi garba assai ;-)
Giacomino stasera non ha voluto cenare ed è andato a letto presto. forse sta covando qualcosa... oppure semplicemente l'assaggerà domani, in forma smagliante, e si aggiungerà al coro!

Artemisia Comina ha detto...

giacomo, aspetto il tuo parere.

Cobrizoperla ha detto...

Giacomo dice, con la bocca piena: -Mmmmmmmmhhhhhhh!- con un movimento ampio e roteante della mano e del polso nell'aria.
;-)

Artemisia Comina ha detto...

evviva l'artista delle borse gourment!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...