martedì 17 luglio 2007

Ruoto di patate con le seppie


di Artemisia Comina

Ricordate il Ruoto di patate? Mi sono chiesta: e se ci mettessi delle seppie?

Per 6 persone.

Allora: 800g di seppie pulite e tagliate a pezzi, 800g di patate sbucciate e tagliate a bastoncini sottili.

Mettere le une e le altre in una ciotola e condirle con abbondanti olio d’oliva e. v., origano, basilico a pezzetti. Aggiungere pepe nero appena macinato e sale. Mescolare con cura.

Versare seppie e patate in una teglia da forno con bordi abbastanza alti.

Tagliare a metà 8 – 9 bei pomodori San Marzano, togliere semi e acqua di vegetazione.

Coprire con le metà dei pomodori, taglio in basso, seppie e patate. Condirle con olio e sale.

Forno già caldo a 200° per un’ora e mezza.

Mangiare il ruoto caldo o tiepido.

Nel menu di Luglio 2007. Cena con briganti.

Nel menu di  Giugno 2010. Una cena di quattro signore e un solo Nunchesto.

***

Aggiornamento Agosto 2015

Ha fatto parte del menu di Agosto 2015. La cena della luna piena e delle patate mannare. Dopo due ore e mezzo le patate, che pure erano state tagliate a filetti,  erano crudette; vero è che a Rialto mi avevano detto che erano novelle, ma.......Accorgimento: la prossima volta, per prudenza, sbollentarle prima. Vero è che il confronto tra le due foto è vivamente contrastante. Il forno del primo - romano - ha lavorato molto meglio di quello del secondo (veneziano).


3 commenti:

simonetta ha detto...

Interessante questo ruoto di patate e seppie: credo che lo sperimenterò molto presto perché le seppie sono gradite da tutti noi.

artemisia comina ha detto...

spero vi piaccia!

Ester ha detto...

Proverò a farlo con altro pesce. Baccalà per esempio. Mi attira questa ricetta anche per grandi numeri.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...