mercoledì 27 maggio 2020

Mozzarella ed erbette fritte


Da Artemisia

Si pranza sul terrazzo, ci si occupa di più dei fiori, questa estate dovranno farci molta compagnia. Nuvola certamente ce ne fa, è sempre tra i piedi e pensa che finalmente il mondo gira come deve. Avevamo dei pescetti da fare fritti: Cappellotti o seppiole fritte; volevo accompagnarli con erbette - germogli di menta glaciale e maggiorana, consiglio vivamente di provarli - e con dadini di mozzarella fritti (più semplici della Mozzarella in carrozza). Per i dadini occorreva una pastella che fosse consistente guscio. Per friggere le seppiole, vedere il link; riassumo: infarinare, sgrullare bene, olio profondo e caldissimo. Quanto a erbette e mozzarella:

Pastella

Battere due rossi d'uovo con un pizzico di sale e un sorso di latte.

Montare due bianchi. Aggiungerli ai rossi mescolando con delicatezza.

Preparare una ciotolina con della farina e una con pangrattato.

Preparare la mozzarella

Tagliare una mozzarella a dadini di 3cm per 3. Sarebbe meglio che fosse lì da un giorno, ovvero che fosse un po' rassodata; metterla a scolare per un'ora in uno chinois.

Immergere i dadini di mozzarella nell'uovo, poi nella farina, poi nell'uovo, poi nel pan grattato; se il guscio non pare compatto, ripetere.

Preparare le erbette

Uscite nell'orto o sul terrazzo, tagliate le cime di menta, menta glaciale, maggiorana, basilico, tutto quel che avete. Quetsa volta avevo menta glaciale e maggiorana.

Lavate, asciugate.

Immergetele nell'uovo, poi nella farina, poi nell'uovo, poi nel pan grattato.

Friggere

In olio d'arachidi profondo.

Asciugare su carta da cucina, e poi subito in bacca.









5 commenti:

Pellegrina ha detto...

Come gira il mondo di Nuvola? Niente estranei che si prendono troppa confidenza?
Il mio mondo gira che non so friggere e sono cresciuta con una madre che guardava il cibo come Satana, per cui il fritto, ahimé, resta un’immagine...

Isolina surci marvelli ha detto...

E
Pellegrina! Ma allora è il momento di uscire dall’ombra di tua madre è friggere!

Pellegrina ha detto...

Ehm, ma io ci ho già provato! E riprovato! Perché ovviamente trovo ci sia più sole con un bel fritto. Ma:
1) il fritto resta molle e/o crudo
2) il fritto carbonizza
3) l’olio esplode
4) la cucina va a fuoco...
Sul serio, l’ultima volta mi ha preso fuoco il fornello.
Il meno che può succedere è che il fritto coaguli in un unico blob indistinto.
Insomma, non me ne viene uno che sia uno.

artemisia comina ha detto...

esorcista? :)

Pellegrina ha detto...

Perché no, fosse la volta buona!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...