martedì 1 settembre 2015

Strudel di radicchio e mele



Di Artemisia

Fare la pasta dello strudel.


Stufare 3 cipolle rosse affettate finemente in padella, a fuoco basso,  con un paio di cucchiaiate d'olio d'oliva, coprendole; aggiungere due consistenti cespi di radicchio trevigiano tardivo triturato- -  una mela renetta sbucciata e affettata, stufarli a loro volta senza aggiungere acqua, sempre coprendo, mescolando di quando in quando. Salare e a fine cottura un pizzico di pepe verde e uno di anice macinati di fresco.

Tirare la pasta, disporre il ripieno su un terzo dell'ovale di pasta, arrotolare lo strudel su se stesso aiutandosi con lo strofinaccio, sigillarne le estremità tagliandone la pasta in eccesso, rovesciare sempre con l'aiuto dello strofinaccio lo strudel su un pezzo di carta da forno, deporlo in una teglia.

Spennellarlo con burro fuso, spolverarlo con semi di sesamo.

Forno già caldo a 200° per 30'.

E' possibile surgelarlo crudo; in questo caso, cuocere per 10' di più.

Servirlo contornato con l'insalata di radicchio condito con sale, aceto balsamico, olio e.v. d'oliva.

***

Aggiornamento Aprile 2018

Nel menu di Aprile 2018. Una cena che resterà nel cor

Adotto la pasta da strudel senza uovo, e uso l'intero impasto per un unico strudel; al tempo stesso, ibrido la procedura con quella della chiocciole uzbeke, senza schiacciare la chiocciola (vedi Non chiocciola - pani uzbeki farciti); effettivamente, il centro stenta un po' a cuocere perfettamente, ho dovuto prolungarte la cottura a 40'. Insomma, o l'involto deve essere steso, o la chiocciola va schiacciata. La farcia è buonissima.




Ho desiderato replicare questa farcia, dopo aver fatto ampi giri entro un certo modo di fare involti di pasta farciti in Uzbekistan - pasta sottilissima, spennellata di burro, farcia poca, arrotolatare, acchiocciolare - vedi Chiocciole - non, pani uzbeki farciti che sono più che certi parenti del nostro strudel. Così ho contaminato. Ho usato la pasta dei Non chiocciola uzbeki e ho acchiocciolato, ma non ho schiacciato la chiocciola, poiché lo strudel non si schiaccia; insomma, ho fatto un misto.

La farcia è buonissima; questa volta ho aggiunto ciliegie essiccate, e ci stanno più che bene. Sopra ho spennellato rosso d'uovo e messo semi di cumino; tutto approvato.

La pasta l'ho pepata e ci stava bene anche questo.

Il centro era un po' troppo sovrapposto, direi che la chiocciola si deve schiacciare - facilita la cottura -  o la pasta non si deve acchiocciolare.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...