sabato 28 marzo 2015

Dolce di mele di una volta, Danimarca: Gammeldags æblekage


Da Isolina

La traduzione è più o meno così. Le mie amiche danesi assicurano che questo è il più amato e diffuso dessert che appaia sulle mense del loro paese. Certo che Marie Louise potendo scegliere tra le ben 15 varietà di mele del suo frutteto, avrà delle mele straordinarie. Però qualche mela decente si trova anche dalle nostre parti, no? Al ritorno dal nostro viaggio, le vichinghe ci hanno rifocillato con una tipica cena danese: de kolde bord e appunto il dolce di mele. Il kolde bord è semplicemente una tavola carica di svariate cose, tutte fredde, che poi ognuno sceglie a piacimento e combina nei modi che preferisce. Devono esserci almeno 5 elementi, ma in genere  ce ne sono di più. E deve apparire pesce, carne, verdura, paté, cose dolci e salate, ecc. E naturalmente il dolce. Questo, fatto da Marianne, risultò buonissimo. Semplicissimo e geniale


Mele tagliate a tocchetti vengono messe in un tegame con un pizzichino di zucchero, un'idea di vaniglia, un goccio d'acqua e fatte cuocere fino a consistenza tenera ma non sfatta (c'è invece chi le riduce in purea).

In un tegamino si fa sciogliere un poco di burro, vi si aggiungono briciole di pane e di amaretti  e   si rimesta continuamente fino a farle un poco caramellare. Questa miscela varia da casa a casa, ma si può comperare anche già fatta, tanto è popolare.

Si monta quindi della panna, con poco zucchero a velo e un sentore di cannella.

Si procede al montaggio. Marianne ha messo tutto in una ciotola, ma si fa anche in bicchieri individuali. Per primo, uno straterello di briciole caramellate, poi le mele, poi panna, poi briciole poi mele, briciole e si finisce con la panna e una spruzzata di briciole.


Stefano Arturi ci dice che in UK si chiama Apple Betty, anche se le sue note lo indicano come Swedis Apple Cake. E aggiunge una vecchia ricetta inglese/francese: pane imburrato, messo in pirofila, sopra mele gia' un po' saltate, burro e zucchero. Il tutto ripassato in forno fino a caramellare. Si mangia con panna freddissima.

6 commenti:

qbbq ha detto...

Ottimo...mangiato sia tiepidp sia freddp. Sempre buonissimo. Io uso pero' la creme fraiche non zuccherata. Il medesimo dolce qui e in us si chiama apple betty, ma le mie note lo indicano come swedis apple cake. Ho anche provato a farlo con pumpernickll sbriciolato e caramellato e anche con le mele cotte al forno, nella le cruset chiusa...
Sempre buono.
Per rimanere in ambito pane e mele, una vecchia ricetta ingleze/francese: pane imburrato, messo in pirofila, sopra mele gia' un po' saltate, burro e zucchero. Il tutto ripassato in forno fino a caramellare. Si mangia con panna freddissima.

isolina ha detto...

Sempre interessantissime le varianti! Piace moltissimo la francese/inglese. Apple Betty la conoscevo. Nella mia ricetta la quantità di briciole è notevolmente maggiore e poi va infornato

artemisia comina ha detto...

vi apprezzo :)

qbbq ha detto...

isolina hai ragione, apple betty infornato.
ieri mi sono fatto un giro fra i pochi libri che ho (dato che tutti sono ancora inscatolati nel dorset in attesa di trasloco) e la rete: esiste tutto un patrimonio pazzesco di dolci con bricolame di varia natura, sopra, sotto, di lato... molto, molto interessante (sopratutto in ambito americano, tanto che sto meditando di aggiungere alla mia amazon list dei classici usa come Joy of Cooking e il Fanny Farmer Cookbook)... ma da noi non esiste nulla?

isolina ha detto...

restando nell'ambito US: conosci il Frugal Gourmet? te lo consiglio!
Per l'Italia mi copro il capo di cenere ma non saprei, oltre ai superclassici. E ci sono certamente tesori nascosti nelle cucine regionali, ma con briciole e briciolame non mi viene in mente niente. Artemisia??

qbbq ha detto...

Grazie dritta: Frugal Gourmet l'ho messo nella mia amazon list qualche settimana fa: tu sei la seconda persona che me lo raccomanda nel giro di un paio di mesi, quindi devo proprio informarmi.s

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...