giovedì 13 dicembre 2012

Pane piatto alla lastra, con le braci



Di Isolina

Ho provato, mi sono divertita e ho riflettuto molto. Forse la mancanza di riscaldamento mi ha dato la spinta.

Nell'impasto ho messo farina di ceci ( India on my mind) insieme a farina0, aromatizzata con fiori di finocchietto e poi al solito olio d'oliva, sale, acqua caldina.

Ho scaldato la lastra appoggiandola al treppiede per una mezz'oretta prima della cottura. Poi l'ho cosparsa di braci ardenti che ho lasciato per 5 minuti. Con scopino di saggina ho spolverato bene e poi ho piazzato la pasta stesa. Difficoltà a lavorare nella non comoda posizione per i non allenati, come me.

Incomparabile profumo di legna, una goduria. Dentro, poi, solo fogliazze di insalata con olio d'oliva.

4 commenti:

carla ha detto...

E anche questo mi pare una meraviglia!!!
Ceci, li adoro!!!
Ciao

Ely Valsecchi ha detto...

Che storia!!! Un ritorno alle origini anche nella cucina, ogni tanto non fa male!!!! Deve essere buonissimo! Baci

Fimère ha detto...

ça doit être délicieux à la braise bravo
bonne soirée

alex di 'food 4 thought' ha detto...

Considerando che da una settimana ho il riscaldamento guasto, che in casa si riesce a mantenere un minimo di 12-13 gradi solo grazie a tutti i caminetti in funzione (proprio come questa casa funzionava nel '700 quando e' stata costruita), mi sa che questo e' il momento giusto per provare questo pane. Gusto, profumo e atmosfera!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...