lunedì 20 settembre 2010

Parmentier di orata e porcini







Di Dolcesca Argentaria

Ridurre 4 belle patate a tocchetti e cuocerle in acqua salata fino a che non sono schiacciabili. Versarle in una ciotola e disfarle con 20g burro e un ciuffo di prezzemolo triturato. Sapete tutti che le patate non vanno messe nel robot, pena effetto colla, ma non si sa mai. Lo ricordo. Qui è stata usata la frusta.

Oliate con un pennello intinto in olio d'oliva e cospargete di pan grattato 12 stampini individuali (quelli della foto sono grandi,  capienza due mestoli; non a caso stanno a casa di Dolcesca, che non lesina; se sono così grandi, saranno sei). Sfiocchettate una cucchiaiata di patate sul fondo degli stampini senza pressare.

Procuratevi dell'orata in filetti, 800g di peso. Mettete i filetti in padella, scottateli per due minuti su ogni lato, aggiungete sale, pepe nero appena macinato e dei semi di coriandolo grossolanamente triturati (Dolcesca usa il batticarne, dopo aver messo i semi tra due fogli di carta da cucina). Distribuite i filetti di orata sulle patate.

Pulite e affettate 500g porcini, trifolateli rapidamente in padella con olio d'oliva, uno spicchio d'aglio (che in fine toglierete), sale e pepe nero appena macinato. Concludete i piccoli sformati con uno strato di funghi.

Cuocere in forno a 200° (già caldo) per 20' .

Nel menu di  Settembre 2010. L'Accademia degli Affamati Affannati si incontra all'Argentario. Autunno, confort, tramonto, mercato del pesce, conta dei bocconi.

***

Aggiornamento luglio 2015

Artemisia rifà




2 commenti:

isolina ha detto...

Parmentier mon amour! Ma questa versione proprio non la conoscevo. Voglia!

simonetta ha detto...

Questa versione della parmentier non la conoscevo, veramente originale e poi, finalemnete una ricetta spiegata passo per passo. Devo dire che raramente ho trovato un blog dove le ricette sono spiegate bene. Ho iniziato il mio blog con l'intento di spiegare le ricette e finalemente ho trovato qualcuno che la pensa come me.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...