domenica 1 novembre 2020

Waterzooi di cozze

 

Da Artemisia

L'Orto Botanico è un tripudio di foglie e di oro. Anche il grosso fungo tutto ventagli che andava crescendo e crescendo ai piedi di un albero, è oramai sepolto sotto un diluvio di foglie. L'amico giardiniere che abbiamo incrociato, gridando a distanza perchè oramai il virus ci sta girando intorno, ci ha detto: è la stagione più bella dell'Orto! E sprizzava amore da tutti i pori. Waterzooi di cozze: mai sentita, ma se si fa con il merluzzo, la sogliola, i gambretti grigi, perché no con le cozze? Mi sono concessa anche altre licenze poetiche, dal Pastis alla curcuma. Venne bene ovviamente, queste zuppette sono buone e basta. Forse avevo in mente la Mouclade charentais... Altri waterzooi di AAA: Waterzooi col merluzzo,  Waterzooi di pollo.

Fate aprire in padella secca un chilo di cozze prima ben spazzolate e sbarbate. Sgusciatele, tenetele da parte; tenetene l'abbondante sugo.

Tagliate a corta (che entri un un cucchiaio) julienne: 1 carota, 1 cipolla, 1 porro, una costa di sedano.

Mettete le verdure in una piccola pentola di ghisa con una noce di burro.

Spolverate con un cucchiaio di maizena

Fate stufare coperto e a fuoco dolce per ½ ora con sale, pepe e noce moscata

Mettete le cozze sulle verdure.

Coprite con il sugo di cozze diluito con un po' d'acqua (è molto sapido), aggiungetevi un pizzico di curcuma.

Mettervi su un coperchio e portare a dolce ebollizione a fuoco basso. 

Versatevi un goccio Pastis (o Anisetta). Spegnete.

Incorporare nel brodo 1 tuorlo prima battuto in una ciotola con 125g di panna fresca.

Spolverare con erba cipollina tagliata finemente.

Servire con fette di pane tostato o patate bollite.
















Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...