mercoledì 2 maggio 2018

Scrippelle. Timballo con rape e salsiccia.



Di Artemisia

Sono ancora a ronzare attorno al timballo teramano; ci giro intorno; una delle mie preoccupazioni è la forma, l'impilare: la scrippella dello stesso diametro dello stampo è ciò che per ora più mi piace. Il timballo sembra un libro. I fianchi sono strati visibili, non vengono avvolti dalla scrippelle. 


Scrippelle di 22cm in stampo di 22cm. 

Scrippelle: 3 uova battute con sette cucchiai di farina, sale, noce moscata e un bicchiere d'acqua. Ricordarsi che i frullatori elettrici sono ottimi antigrumi. Far riposare almeno mezz'ora. Controllare la fluidità: se non scorrono velocemente nel padellino da crêpe, aggiungere un poco di acqua (così vengono circa 10 scrippelle; ne sono state fatte per cinque uova).

Il padellino antiaderente è stato spennellato di strutto: poco composto, farlo scorrere, riempire il fondo della padella, che sia ben sottile, quando il bordo si stacca acchiapparlo con la punta delle dita e girare la scrippella per farla asciugare anche dall'altro verso (aiutatevi con una paletta, ma le dita ci vogliono).


Una sull'altra, pressando con garbo per mantenere gli strati paralleli (ma poi prima del forno ci schiaffo un peso su per almeno mezz'ora).

Tra una e l'altra, una farcia di rape e salsiccia

rape bianche ridotte in pezzi, cotte nel Mo per 10',  frullate finemente con la loro acqua; aggiunta di bianco d'uovo (60g per quattro raponi), di un terzo di parmigiano e due terzi di caciocavallo grattugiati (300g in tutto), di cannella, noce moscata: si ottiene una crema di rape; 

salsiccie artigianali (tre) assai buone sbriciolate e passate velocemente in padella. 

Tra una scrippella e l'altra, un mestolino di crema di rape, una spolverata di salsiccia sbiciolata.

In cima, sull'ultima scrippella,  pan grattato e fiocchetti di burro, con pangrattato e burro pure sul fondo e le pareti dello stampo (apribile). 

Forno a 180° per 45/50'. 

Aspettare 10' prima di rovesciare.

Viene bene, e tra scrippelle, rape e salsicce, è abbastanza abruzzese, se non teramano. 

Sul tavolo di  Aprile 2018. Siamo in dodici più uno, come gli Apostoli



3 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Bello bello bello! Questo mi piace forse piùdi quello verde 😀

artemisia comina ha detto...

verso il Timballo Perfetto! :D

giulia pignatelli ha detto...

Siiiiii!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...