giovedì 22 marzo 2018

Sfizi e amuse bouche. Questo e quello. Carne.


Piccole cose salate, non antipasti, ma soccorso di affamati sperduti; il primo che Artemisia vide le fu offerto in una notte danese cupa e tempestosa, in cui dopo aver temuto l'addiaccio e la fame fu ospitata in un Kro di bellezza indescrivibile, pieno di Elfi alti due metri e pieni di boccoli che danzavano in cucina allestendo leccornie stellate; mentre già grati si attendeva la cena, arrivò una ciotolina accompagnata dalle magiche parole amuse bouche, con dentro una zuppetta di cozze calda. Svenimenti ed estasi. A volte basta miniaturizzare una quiche, una torta salata, una brioche; più spesso le piccole dimensioni suggeriscono e permettono accostamenti ed equilibri di sapori impensabili con maggiori stazze. Ci sono Crostini, ovvero Sfizi e amuse bouche che trovano accoglienza su un pezzo di pane, dal pane di campagna al carasau. Poi Sfizi e amuse bouche Dentro un guscio di pasta, che siano Tartellette (pasta solo sotto), o Scatolette (pasta tutto intorno, che sia lievitata, o sottile sfoglia). Poi Sfizi e amuse bouche Questo e quello, che inventano di tutto con qualsiasi cosa. Trovano ospitalità in un frutto, in un peperoncino, un friggitello; usano spiedini, un mezzo uovo sodo, si accoccolano in una piccola ciotola. Distinti in Sfizi e amuse bouche con Carne (li trovate qui), con Pesce, con Questo e quello purché né carne né pesce.

Porchetta finger food.


Rape bianche e salsiccia abruzzese


 Polenta e sfilacci di cavallo con il cren


Roulade di prosciutto

Crema di prosciutto e ricotta su biscotti al parmigiano

 
Diavoli a cavallo: prugne con mandorla e pancetta grigliata

 
Budini al vapore: con erbe e culatello, con gorgonzola e composta di cipolle

 
Crema fagioli con pancetta croccante
 

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...