mercoledì 18 ottobre 2017

Terrina di formaggi e porcini





Di Artemisia

Quale miglior regalo? Un cesto di porcini che il babbo ha colto nel bosco nei posti che sa lui; la mamma ci nasconde sotto uno strato di luccicanti castagne; affidano tutto alla figlia, che lo porti a quelle persone di città di cui parla spesso: ecco l'autunno arrivare. Le grandi cappelle vanno in forno (spandono ricchi succhi che tengo da parte) i grandi gambi li facciamo fritti dopo un bagno nell'uovo battuto e nel pangrattato.



I funghi porcini più piccoli, 200g, vengono trifolati con aglio (tolto alla fine) e olio d'oliva.

Faccio una sorta di besciamella con 100g di burro, 6 cucchiai di farina e un bicchiere di liquido così composto: unisco il succo di funghi recuperato dalle cappelle andate in forno con del latte, fino a riempire il bicchiere.

Aggiungo alla besciamella 200g di formaggi cremosi (dei francesi molli di capra e di mucca) e 200g di patate lessate e passate.

Aggiungo 6 rossi  d'uovo, uno per volta.

Aggiungo 6 bianchi montati, senza insistere, e non mi preoccuperò che il composto attenda: non faccio un soufflé.

Tutto in una terrina da un litro imburrata e cosparsa di pangrattato, con uno strato di composto, uno di funghi, uno di composto, uno di funghi.

Forno a 180°, con bagno maria già caldo, per 40/45' (verificando: scuotendo non si deve sospettare uno stato interno fluido, ma neppure deve non muoversi affatto; può oscillare con garbo. 

Nel menu di  Ottobre 2017. Pause di pace
 





1 commento:

GufettaSiciliana ha detto...

Formaggi e porcini: per me un invito a nozze!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...