giovedì 6 luglio 2017

Pesto di pomodorini pachino


Da Nepitella Partenopea

Ho sempre apprezzato la sapidità e la freschezza dei pomodori essiccati ma i pachino hanno, come da freschi, una dolcezza che rende il sapore più morbido. Da anni, dunque acquisto questi meravigliosi pomodorini secchi e li ho intrufolati in molte preparazioni. Il pesto è veloce, elegante e molto saporito.


 
Mettere a bagno in acqua fredda per mezz'ora 300g di pomodorini pachino essiccati, poi metterli nel boccale del frullatore con una tazza di basilico, due cucchiai di pinoli, un piccolo spicchio di aglio e tre noci e frullare aggiungendo a filo dell'olio d'oliva e.v.

Poi procedere come con il pesto genovese, condendo la pasta che vi aggrada. 

Io ho usato le orecchiette fresche aggiungendo della ricotta fresca, o dei nastri al farro, aggiungendo cicorie appena saltate e ricotta stagionata in scaglie.
Si può preparare in anticipo e tenere in un barattolo di vetro coperto da olio d'oliva e.v. in frigo per circa 5 giorni.


1 commento:

GufettaSiciliana ha detto...

Assominglia per alcuni aspetti al pesto alla trapanese: buonissimo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...