martedì 11 ottobre 2016

Torta di papa Pio II con ricotta e formaggio di capra, uva, pere




Di Artemisia

Ho già proposto due versioni di questa torta "storica" con un bell'equilibrio dolce/salato, la Torta di papa Pio II con pecorino e noci, e La Torta di papa Pio II con pecorino, noci e pere.

Per la seconda ho fatto questa pasta, e me ne è avanzata metà. Ho usato l'altra metà per questa nuova versione, dove abbandono i pecorini, uso la setosa ricotta di capra e formaggio sempre di capra, una pera ci va dentro a dadini, aggiungo uva, ci faccio un giro di miele su.


Pasta: 400g di farina00, 200g di burro, 90g di zucchero (io 80g), 2 uova, un pizzico di sale;

Farcia: 500g di ricotta di capra, 140g di formaggio di capra semistagionato di aroma assai rilevato. Tutto nel mixer a montarsi e mescolarsi.

Rivestire una fascia d'acciaio e il suo fondo con la pasta (ho usato una fascia d'acciaio 22cm per 4cm poggiata su carta da forno a sua volta poggiata su una teglia senza bordi).

Versarvi la farcia, lisciarla; arriverà a qualche millimetro dal bordo.

Tagliate una pera decana di bella forma, con tutta la buccia, a fette abbastanza sottili; un'altra pera decana pelatela e fatela da dadini; bagnate le pere con il succo di mezzo limone, mescolando con le mani.

Mescolate i dadini scolati al composto di ricotta-formaggio.

Tagliate a metà dei chicchi d'uva bianca togliendo delicatamente gli acini.

Allineate fette di pera e mezzi acini su un tagliere in gruppi di uguale grandezza (per dire: fettone, fettine; acinoni, acini, acinini), farete prima ad acchiappare quelli che vi servono.

Deponete fette e acini sulla superficie della torta, pensano ai Maestri Cosmacini.

Rifinite qualche nocciola.

Al momento di andare in tavola fateci su un giro di fluido miele. Io ho usato un cretese miele di timo.





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...