mercoledì 17 febbraio 2016

Settembre. Tornando dall'Africa, organizziamo una cena namibiana a Venezia.








Settembre 2013. Tornando dall'Africa, organizziamo una cena namibiana a Venezia. Mettiamo alla prova il mercato di Rialto: c'è tutto ciò che serve. Menu: prima di tutto, il bobotie, un meraviglioso pasticcio di carne speziato che parte da Giava e arriva in Africa, poi la mealie soup, la crema di mais piccante, il geelrys, il riso giallo con curcuma e uvetta, un'insalata di cetrioli, pomodorie semi di sesamo bianco, e infine niente malva pudding perchè il forno m'abbandona.

Prima c’era una crema di grani mais piccante

Mealie Soup - South African Corn Soup. Crema di mais piccante, alla moda namibiana o per meglio dire, alla Cape Malays. con curcuma, zenzero e peperoncino: il mais è un alimento base nell’Africa sub sahariana e le creme di verdura, spesso con delicate speziature, mi hanno rallegrato in tutto il viaggio in Namibia.


Bobotie, bobotjie, che viene fantasticamente bene. Ho puntato sul bobotije, che avevo assaggiato appena messo piede a Windhoek; è un pasticcio di carne con frutta e spezie. Ho usato manzo, maiale – in realtà trasgressivo rispetto a Cape Malay che nel multicolore ha un solo punto fermo: religione mussulmana – banana, albicocche secche, chutney di mango, curry in pasta, anacardi, pepe lungo indonesiano, peperoncino, codiandolo, cannella, zenzero! Una festa, non un casino come sembra, l’equilibrio è riuscito. Il tutto viene coperto da un sottile battuto di latte e uova che dà al bobotie morbida veste dorata, e guarnito da foglie di alloro (sì, anche quelle).

Geelrys, l'accompagnamento tradizionale, il basmati al cardamomo che lo rende giallissimo, geelrys ovvero riso giallo in afrikaans; c’è anche uvetta; si serve spesso con il bobotije.

Insalata di cetrioli e pomodori cuori di bue a dadolata, con semi di sesamo bianco condita con il limone, che riproduceva un’insalata mangiata a Windhoek con il bobotie.

Malva pudding
(tutti gli ingredienti pronti, ma il forno mi pianta in asso; quando chiamerò un tecnico, mi dirà che non sa spiegarsi perché lo ha fatto: il disgraziato ha ripreso a funzionare e dichiara salute apparente).
Il dolore della perdita è stato quasi sanato dal gelato alla vaniglia che Cucurbita aveva portato per accompagnarlo. 

Mentre noi sognamo l'Africa in quel di Cannaregio, i veneziani si preparano per la Regata Storica.








Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...